Home > FILMCRITICA: MENSILE DI STUDI CINEMATOGRAFICI (1950-2020)

Sergio Citti. La poesia scellerata del cinema

Copertina "Sergio Citti. La poesia scellerata del cinema", 2023

Autore: Matteo Pollone e Caterina Taricano (a cura di) Anno: 2023 Pagine: 159 Editore: Centro Sperimentale di Cinematografia; Sabinae ISBN: 9791280023636 Collana: Grande cinema   Descrizione Poeta autodidatta del cinema, regista selvaggio e affabulatore, guida antropologica di Pasolini nelle periferie romane, Sergio Citti è un autore senza eguali, anche al di fuori del panorama italiano. Da Vittorio Gassman a Fiorello, da

607 Bianco e nero

Copertina Bianco e Nero 607

È disponibile in libreria e presso i principali rivenditori on line il numero 607 di «Bianco e nero», curato da Chiara Ricci, dedicato ad Anna Magnani. Descrizione Anna Magnani. A cinquant’anni dalla morte, «Bianco e Nero» compie un viaggio nel tempo raccontandoci quasi “in diretta” la più grande attrice del nostro cinema e del nostro teatro.

606 Bianco e nero

Cover BN 606

È disponibile in libreria e presso i principali rivenditori on line il numero 606 di «Bianco e nero», curato da Paolo Di Paolo, dedicato a Nanni Moretti. Pubblichiamo qui la quarta di copertina come introduzione alla lettura del volume. «Bianco e nero» è la rivista quadrimestrale del Centro Sperimentale di Cinematografia, edito da Edizioni Sabinae.

Mario Bava. Il mago dei colori

Copertina "Mario Bava, il mago dei colori2, 2023

Mario Bava è uno dei registi italiani più studiati e amati dagli specialisti di cinema popolare. Il suo talento visivo e la sua leggendaria capacità di risolvere con espedienti a basso costo le situazioni produttive più complicate e apparentemente insormontabili sono stati stimoli per approfondimenti critici che hanno gettato una luce nuova sul cinema italiano. In

605 Bianco e nero

Copertina "Bianco e Nero", n. 605

Dopo i numeri dedicati a Liliana Cavani e alla coppia composta da Marco Bellocchio e Francesca Calvelli, «Bianco e Nero» continua nella sua indagine sul cinema contemporaneo e nella sua celebrazione delle eccellenze del Centro Sperimentale di Cinematografia. Gianni Amelio, infatti, è stato a più riprese insegnante di Regia nella prestigiosa scuola. Ma prima di

Per i soldi o per la gloria

Per i soldi o per la gloria

Arriva in libreria un progetto editoriale intrapreso nel 2014 da Domenico Monetti e Luca Pallanch: ricostruire la storia del cinema italiano dal dopoguerra all’avvento delle tv private attraverso le parole dei produttori. Un ingranaggio fondamentale nella macchina cinematografica, spesso relegato a un ruolo pittoresco senza che gli fosse riconosciuto un diritto alla parola, come se