Home > Le Fan Magazines statunitensi della Biblioteca “Luigi Chiarini”
Le Fan Magazines statunitensi della Biblioteca “Luigi Chiarini”

Autore: Biblioteca Luigi Chiarini

Anno: 2013

Pagine: 143

Editore: Centro Sperimentale di Cinematografia

Collana: Quaderni della Biblioteca Luigi Chiarini

€ 6,00

Descrizione

Il volume della collana “Quaderni della Biblioteca Luigi Chiarini” è dedicato al mondo delle riviste statunitensi note come Fan Magazines. Riviste troppo spesso sottostimate per il loro carattere divulgativo, considerate secondarie nell’orizzonte della produzione editoriale intorno al cinema, e oggi considerate preziose per le complesse interconnessioni con lo Star System e la produzione culturale dell’epoca. L’estesa collezione posseduta dalla Biblioteca rappresenta un caso unico in Italia e raro all’estero, è infatti costituita da oltre settecento fascicoli che coprono l’intero arco temporale di pubblicazione di questo genere di riviste, dagli anni ’10 agli anni ’60. Le Fan Magazines sono genericamente definibili come periodici legati al cinema e allo spettacolo, pensati per un pubblico di appassionati frequentatori delle sale cinematografiche, perlopiù di sesso femminile. La prima nata prima tra le riviste di questo tipo è The Motion Picture Story Magazine, uscita nel febbraio 1911, seguita subito dopo da Photoplay, fondata nell’agosto dello stesso anno. La novità, rispetto ai periodici già ben noti dalla fine dell’800, sta nell’ampia sezione dedicata ai film in uscita, le cui sinossi vengono presentate sotto forma di brevi racconti corredati da fotogrammi tratti dai film. Si tratta di una scelta editoriale completamente nuova, rivolta ai lettori non specialisti, gli appassionati di cinema. Nate contemporaneamente al sistema hollywoodiano, le Fan Magazines si possono considerare conseguenza diretta e parte attiva della sua nascita. Hanno contribuito a registrare i costumi e la cultura del loro tempo e a influenzarne gli andamenti, focalizzando l’attenzione sulle star, sulle loro personalità pubbliche e sugli aspetti più comuni della cultura statunitense. Queste riviste hanno avuto un ruolo fondamentale nella costruzione di un sistema di promozione integrato: i lettori richiedevano dettagli sulle vite e i gusti delle star e le star erano create e studiate dalle case di produzione per ottenere sicuri successi al botteghino. Le Fan Magazines hanno avuto la capacità di creare un immaginario tanto potente da contribuire a tenere in piedi l’intera industria del desiderio. Grazie alle Fan Magazines lo Star System hollywoodiano si rafforza e raggiunge il suo momento d’oro, il cinema americano diventa fenomeno di massa, elemento sociale fondante, protagonista del panorama culturale del paese. Due interventi in apertura di volume, una panoramica sulla sezione Periodici e sui progetti della Biblioteca “Chiarini”, di Laura Pompei e Stefania Tuveri, e una guida alla ricerca delle riviste digitalizzate, di Debora Demontis, si offrono come strumenti per i consultatori della Biblioteca. Più specificamente alle Fan Magazines sono dedicati un corposo saggio di Alessandra Ofelia Catanea e una nutrita galleria delle copertine che ne mostra l’evoluzione nei vari decenni. Il libro è corredato dalla schedatura di una selezione di testate rappresentative e dalla ricostruzione sintetica della loro storia.

Quantità:
Bookshop | Catalogo completo