Home > Nanni Moretti
Nanni Moretti
Fa parte di «Bianco e nero: rivista quadrimestrale del Centro sperimentale di cinematografia», a. 84, n. 606, mag-lug 2023

Autore: Paolo Di Paolo (a cura di)

Anno: 2023

Pagine: 192

Editore: Centro Sperimentale di Cinematografia; Sabinae

ISBN: 9791280023544

€ 22,00

Descrizione

Abbiamo proposto a Nanni Moretti la realizzazione di questo numero a lui dedicato quasi un anno fa, nell’autunno del 2022. Aveva appena terminato le riprese di Il sol dell’avvenire, e stava iniziando il montaggio. Quasi contemporaneamente stava seguendo nel laboratorio della Cineteca Nazionale (all’interno del Centro Sperimentale) il restauro di Sogni d’oro, successivamente proiettato al festival di Berlino del 2023. Tutti i film di Moretti sono stati recensiti ex novo, da critici di varie generazioni: alcuni di loro non erano nemmeno nati quando uscirono i primi film del regista, Io sono un autarchico ed Ecce Bombo. Alle recensioni si alternano interventi di grandi scrittori, italiani e stranieri; nonché le riproduzioni di alcuni testi apparsi a suo tempo su quotidiani, o in libri ormai introvabili, e meritevoli di una rilettura. Quando nell’aprile del 2023 abbiamo potuto vedere Il sol dell’avvenire il piacere nel realizzare il numero è, se possibile, raddoppiato. Il film è al tempo stesso una summa del cinema di Nanni Moretti e una felice ripartenza verso nuove storie, nuove esperienze. Nella stagione 2023-2024 Moretti si dedicherà alla regia teatrale di due testi di Natalia Ginzburg, ma presto arriveranno altri film, ne siamo sicuri. Nel frattempo, ripercorrere la sua carriera attraverso gli scritti contenuti in questo numero sarà, ne siamo convinti, un grande divertimento.

 

 

 

Note Autore:

Paolo Di Paolo, romanziere e saggista, collabora con “la Repubblica”. “L’Espresso” e “Vanity Fair”, . Ha pubblicato libri-intervista con scrittori italiani come Antonio Debenedetti, Raffaele La Capria, Dacia Maraini e ha scritto anche libri per ragazzi e saggi letterari. È autore di Ogni viaggio è un romanzo. Libri, partenze, arrivi (Roma 2007, Milano 2014) e di Raccontami la notte in cui sono nato (Roma 2008, Milano 2014). Ha lavorato anche per il teatro: Il respiro leggero dell’Abruzzo (2001), scritto per Franca Valeri; L’innocenza dei postini, messo in scena al Napoli Teatro Festival Italia 2010. Si segnalano le seguenti pubblicazioni: Dove eravate tutti (Milano 2011, vincitore Premio Mondello, Superpremio Vittorini 2012 e finalista Premio Zocca Giovani); Mandami tanta vita (Milano 2013, finalista Premio Strega e vincitore del Premio Salerno Libro d’Europa e del Premio Fiesole Narrativa Under 40); Una storia quasi solo d'amore (Milano 2016); Lontano dagli occhi (Milano 2019, vincitore della 91ª edizione del Premio Viareggio e del premio Viareggio-Rèpaci per la narrativa 2020); Svegliarsi negli anni Venti (Milano 2020). Dal 2020 conduce la trasmissione radio settimanale “La lingue batte” su Radio 3 RAI.

Quantità: