Home > Otello Fava. Divi, maschere e belletti. Diario di un truccatore
Otello Fava. Divi, maschere e belletti. Diario di un truccatore

Autore: Vittorio Giacci (a cura di)

Anno: 2004

Pagine: 137

Editore: Centro Sperimentale di Cinematografia

€ 25,00
€ 15,00

Descrizione

Il libro propone, nel suo nucleo centrale, il memoriale artistico inedito di un protagonista del cinema italiano: Otello Fava (1915-1984). Abilissimo truccatore di alcuni fra i maggiori interpreti del nostro cinema quali Marisa Allasio, Claudia Cardinale, Valeria Ciangottini, Virna Lisi, Marcello Mastroianni, Omar Sharif, Nino Manfredi, fu anche inventore di virtuosistiche maschere grottesche, volti mostruosi e dolenti utilizzati in centinaia di film nazionali ed esteri. La pubblicazione, curata da Vittorio Giacci, rappresenta, inoltre, la realizzazione del desiderio, a lungo coltivato da Stefano Fava, figlio di Otello (anch’egli truccatore e attento custode dei suoi scritti), di dare voce alla storia del padre e nel contempo di far luce sulla genialità inventiva e sulla perizia tecnica necessarie per la creazione di un personaggio. Ai ricordi personali – affresco vivace del periodo neorealista, del cinema del peplum, del fantasmagorico e diversissimo mondo poetico di Fellini, Pietrangeli, Visconti e Zeffirelli – nel libro si aggiungono un saggio di Maurizio De Benedictis e le affettuose testimonianze di collaboratori ed amici incontrati nel corso della sua lunga carriera. Completa il volume un ricco corredo illustrativo in cui alle foto di scena si aggiungono i ritratti con dedica di attori e soprattutto, gli appunti di lavoro e gli schizzi preparatori per la realizzazione dei suoi volti.

Note Autore:

Vittorio Giacci, critico cinematografico e studioso di comunicazione e mass media, è stato direttore generale dell’Ente Gestione Cinema e poi di Cinecittà International e subcommissario al Centro Sperimentale di Cinematografia. Ha codiretto il festival di Rimini, ed è responsabile della sezione “Memoria e restauro” del Roma Film Festival e direttore artistico del BAFF (Busto Arsizio Film Festival). Recentemente ha assunto la direzione della ACT Multimedia – Accademia del Cinema e della Televisione. Autore, scrittore, manager e giornalista, tra le sue opere spiccano il documentario La vita di François Truffaut nonché i numerosi studi sul cinema tra i quali: Via col tempo: l'immagine del restauro (1994); François Truffaut: le corrispondenze segrete, le affinità dichiarate (1995); Francesco Giullare di Dio di Roberto Rossellini: un capolavoro adottato (1997); L'Avventura ovvero l'isola che c'è (2000); Otello Fava: divi, maschere e belletti (2004); Mater Dei: storia e rinascita del primo film italiano a colori (2005); Francesco Rosi: i mosaici della ragione (2006); Immagine immaginaria: analisi e interpretazione del segno filmico (2006).

Quantità: