Home > Tre libri per trenta giorni. L’offerta editoriale CSC marzo 2021
Tre libri per trenta giorni. L’offerta editoriale CSC marzo 2021
Centro Sperimentale di Cinematografia
Share SHARE
01 Marzo 2021

Ogni mese offriamo a prezzo scontato tre volumi dal nostro catalogo editoriale.

RITRATTI E AUTORITRATTI
CINEMA TEATRO TV E LA BATTAGLIA DELLE IDEE

autore: Felice Laudadio
anno di edizione: 2020
collana: Bianco e Nero a colori
distribuzione : Centro Sperimentale di Cinematografia - Rubbettino Editore      
pagine:
239

prezzo ordinario di vendita: € 18,00                                                                     
prezzo scontato (50%) : € 9,00

Una lunga “carrellata” sui protagonisti del cinema, del teatro, della tv colti nel momento del loro massimo splendore professionale negli anni a cavallo fra la fine dei Settanta e gli inizi degli Ottanta del secolo scorso che coincisero con una profonda crisi strutturale non dissimile – seppur per ragioni molto diverse – da quella che causa pandemia sta attanagliando oggi il cinema, il teatro, la tv. Chi erano e chi sono tutti questi personaggi il cui talento viene narrato attraverso ritratti e autoritratti collocati in un quadro d’insieme che andava a intrecciarsi con l’aspra battaglia (televisiva) delle idee che allora coinvolgeva decine e decine di milioni di telespettatori delle due principali reti Rai-tv dell’epoca? Una galleria di protagonisti dello spettacolo, non solo italiani, incorniciati nella storia della cultura di questo Paese dei quali non va persa la memoria. La storia, la memoria – diceva Ettore Scola – servono a costruire il futuro.

note sull'autore
Felice Laudadio - Giornalista professionista, critico di cinema e televisione, produttore e sceneggiatore. Ha una lunga esperienza di manager di istituzioni della cultura e di ideatore e direttore di manifestazioni culturali e di festival cinematografici. Dal 2016 è il presidente della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia (CSC) di Roma. È stato in passato amministratore delegato dell’Istituto Luce e presidente di Cinecittà Holding. Ha ideato e fondato nel 2004 la Casa del Cinema di Roma che ha diretto fino al 2011. Ha diretto la Mostra del Cinema di Venezia (1997-98) e subito dopo il TaorminaFilmFest (1999-2006). È stato il direttore artistico del Carnevale di Venezia (nel 2003 e nel 2004) dedicato a teatro, musica, danza, arte, spettacolo di strada. Ha ideato e diretto per molti anni il MystFest, il festival EuropaCinema, il Premio Saint-Vincent per il cinema italiano (Grolle d’Oro), il Premio Fellini, il Premio Solinas, l’ItaliaFilmFest, la sezione europea del Palm Springs International Film Festival in California e altre manifestazioni in America Latina e a Strasburgo e Bruxelles. Nel 2007 ha progettato e diretto la prima edizione del RomaFictionFest. È l’ideatore e il direttore del Bif&st-Bari International Film Festival, da lui fondato nel 2009. Ha pubblicato il volume Fare festival (1996) e il romanzo Il colore del sangue (2005). Nel 2018, per i tipi di Laterza, ha pubblicato il romanzo generazionale Fotogrammi. Nel luglio 2020 è uscito per le Edizioni di Bianco e Nero e Rubbettino Editore il volume Ritratti e autoritratti. Cinema teatro tv e la battaglia delle idee, con prefazione di Walter Veltroni. Dal 1963 al 1974 ha lavorato per le case editrici Laterza, Dedalo, Mazzotta, Abitare. Dal 1974 al 1983, prima a Milano e poi a Roma, è stato critico televisivo e teatrale, capo del servizio spettacoli e inviato culturale di un grande quotidiano nazionale (“l’Unità”, a quel tempo secondo giornale italiano per tiratura e diffusione). Ha inoltre scritto per “Rinascita” e “Paese Sera”, e più recentemente per “Corriere della Sera/Corriere del Mezzogiorno” e per “La Repubblica”.

È il direttore di “Bianco e Nero”, la più antica rivista italiana di cinema, che sotto la sua direzione ha pubblicato dal 2017 poderosi volumi monografici dedicati ad Andrea Camilleri, Piero Tosi, Alberto Sordi, Bernardo Bertolucci, alle piattaforme digitali in streaming intitolato Netflix e oltre nonché, infine, gli ultimi due fascicoli rispettivamente riservati a Mario Monicelli e a Carlo Lizzani. Per concludere, un numero speciale concernente gli effetti della pandemia covid 19 sul consumo cinematografico. Ha diretto le riviste “Classe”, “Script” e “Cinecittà”. È membro onorario della Fipresci (The International Federation of Film Critics), componente della European Film Academy di Berlino e dell’Accademia del cinema italiano.

GUARDIE E LADRI QUADERNI DELLA CINETECA NAZIONALE
autore: Alberto Anile (a cura di)
anno di edizione: 2018
pagine: 164
collana: Quaderni della Cineteca Nazionale
distribuzione: Centro Sperimentale di Cinematografia – Iacobelli  TRE REFUSI

prezzo ordinario di vendita: € 9,90
prezzo scontato (50%) : € 5,00

Due registi, Steno e Monicelli, due mattatori, Totò e Fabrizi, due produttori, Ponti e De Laurentis. Due progetti di realizzazione. E due versioni del film realizzato: una quella nota, distribuita a suo tempo in sala, un'altra conservata negli archivi della Cineteca Nazionale, le cui differenze sono la parte visibile di una grottesca battaglia durata mesi tra produzione e Direzione Generale dello Spettacolo. Partendo dalla scoperta di questa edizione, Alberto Anile indaga l'iter creativo, produttivo e censorio di un film cruciale nella storia del cinema italiano. Guardie e ladri viene così analizzato dall'idea originaria alle varianti filologicamente confrontate, scoprendo grandi e piccoli retroscena di un'opera "doppia" che mescola umorismo e amarezza, ribellismo e disimpegno, aspirazioni e abbracci dalle attese popolari. In chiusura un inedito eccellente: il soggetto originale del film, scritto nel 1948 da Piero Tellini.

note sull'autore
Alberto Anile, giornalista e storico di cinema, ha scritto tra l'altro Orson Welles in Italia (2006), Operazione Gattopardo. Come Visconti trasformò un romanzo di "destra" in un successo di "sinistra" (con Maria Gabriella Giannice, 2014), Totalmente Totò. Vita e opere di un comico assoluto (2017). Da quest’anno è il nuovo Conservatore della Cineteca Nazionale per la Fondazione CSC.

GIUSEPPE ROTUNNO LA VERITÀ DELLA LUCE
autore: Orio Caldiron
anno di edizione: 2007
pagine: 197
distribuzione: Centro Sperimentale di Cinematografia  Skira Editore

prezzo ordinario di vendita: € 40,00
prezzo scontato (50%) : € 20,00

Omaggio del CSC a uno dei suoi più prestigiosi docenti, Giuseppe Rotunno recentemente scomparso, grande direttore della fotografia, maestro della luce di capolavori che hanno segnato la storia del cinema. Ha attraversato mezzo secolo di cinema, lavorando con Visconti, Fellini, De Sica, Rossellini, Wertmüller, Monicelli, Pietrangeli, Risi, Zurlini, Freda, Stanley Kramer, Bob Fosse, Mike Nichols, Robert Altman, Terry Gilliam.

note sull'autore
Orio Caldiron è stato docente per molti anni di Storia e critica del cinema all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". È stato anche Presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia dal 1996 al 1998. Numerosi i suoi lavori, sia in qualità di autore che di curatore; tra le pubblicazioni più note: Cinema. 1936-1943: prima del neorealismo (2002), Il principe Totò (2002), Pietro Germi, la frontiera e la legge (2004), Le fortune del melodramma (2004), Uomo, vieni fuori! Soggetti per il cinema editi e inediti di Cesare Zavattini (2006), Giuseppe Rotunno. La verità della luce (2007).

Iscriviti alla nostra Newsletter