Home > Gillo Pontecorvo incontra gli allievi del CSC, masterclass 1988
Gillo Pontecorvo incontra gli allievi del CSC, masterclass 1988
Centro Sperimentale di Cinematografia
24 Marzo 2020

Prosegue la serie di pubblicazioni di perle d'archivio del Centro Sperimentale.

Si pensa a Gillo Pontecorvo e ci si aspetta che, in una masterclass, parli di politica: i lager e l'Olocausto ("Kapò"), la rivoluzione ("La battaglia di Algeri"), il terzo mondo e la lotta contro il colonialismo ("Queimada")... invece lui, che era una delle persone più simpatiche che il cinema italiano abbia espresso, ti spiazza subito: propone agli studenti del CSC due temi, il rapporto immagine/suono (e cita Eisenstein, Chaplin, Pirandello...) e il lavoro con gli attori non professionisti. E quando parla di Evaristo Marquez, il co-protagonista (accanto a Marlon Brando!) di "Queimada", lo chiama "negro". Non solo una lezione di cinema, ma un viaggio nel tempo: quando il politicamente corretto non esisteva e i registi italiani pensavano in grande. Dopo Marcello Mastroianni, Monica Vitti, Sergio Leone, Ennio Morricone e Nino Baragli, il Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale ripropone un altro incontro con un grande del cinema italiano.  Guarda il video

Iscriviti alla nostra Newsletter