Home > Il CSC digitalizza con nuovi strumenti tecnologici il suo patrimonio di immagini, foto e manifesti.
Il CSC digitalizza con nuovi strumenti tecnologici il suo patrimonio di immagini, foto e manifesti.
01 Novembre 2008
Il Centro Sperimentale di Cinematografia, conta un patrimonio iconografico sterminato, circa un milione di fotografie e 50.000 pezzi di corredo pubblicitario, tra locandine e manifesti, che riguardano per la maggior parte il cinema italiano. Il compito di conservare e preservare questo patrimonio  ha reso necessario dotare la Cineteca Nazionale di nuovi strumenti e apparati. Marcello Foti, Direttore Generale del Centro Sperimentale di Cinematografia, dichiara: “Abbiamo costruito una banca dati per la Cineteca interamente dedicata alla conservazione dell’importante patrimonio iconografico presente nei nostri archivi. Ad oggi disponiamo già di oltre 50.000 immagini digitalizzate, ma l’obiettivo è di completare l’archiviazione digitale di tutto il nostro patrimonio iconografico. L’implementazione dell’infrastruttura Storage HP ci permette di avere una banca dati affidabile e sicura che possiamo gestire in modo efficiente, e con un notevole risparmio sui costi di gestione e manutenzione“.

Con la collaborazione della Compulab System Integrator,  il Centro Sperimentale di Cinematografia dispone ora di un strumento che risponde pienamente alla necessità di conservare in modo sicuro e permanente l’ingente quantitativo di foto, immagini, locandine e manifesti sul cinema in alta risoluzione. Come afferma Stefano Iachetti, Responsabile IT del Centro Sperimentale di Cinematografia: “Il nostro progetto non può considerarsi concluso e per tale ragione abbiamo optato per un’architettura modulare e scalabile, che ci permetta di continuare a investire per potenziare le nostre banche dati e i server proteggendo le risorse che abbiamo costruito finora“.

 
Per maggiori informazioni: www.hp.com/it/storiedisuccesso
 

 

 

Date di programmazione