Home > Omaggio ad Ansano Giannarelli
Omaggio ad Ansano Giannarelli
20 Novembre 2012 - 20 Novembre 2012
La Cineteca Nazionale in collaborazione con l’Associazione RomaIN, rende omaggio ad Ansano Giannarelli, intellettuale militante, a poco più di un anno dalla morte, con la proiezione di due lungometraggi e un film collettivo coordinato da Cesare Zavattini. Giannarelli, che aveva partecipato come commentatore alla prima edizione della rassegna RomaINpellicola dedicata a Roberto Rossellini, aveva suggerito in quell’occasione di dedicare un capitolo della rassegna a I misteri di Roma, a lui molto caro perché lo riteneva uno dei suoi lavori più significativi. Prima della proiezione sono previsti gli interventi di Letizia Cortini e Paola Scarnati dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, di cui Giannarelli è stato uno dei fondatori, del critico cinematografico padre Virgilio Fantuzzi («Civiltà Cattolica») e Mario Musumeci della Cineteca Nazionale.
Programma a cura di Franca Farina.
 
ore 17.00
Remake (1987)
Regia: Ansano Giannarelli, soggetto: Ansano Giannarelli; sceneggiatura Enrica Vitellozzi; fotografia: Fernando Ciangola; musica: Lucio Dalla; montaggio: Ansano Giannarelli, Fabio Ferranti; costumi: Lia Francesca Morandini; con Morando Morandini, Riccardo Petrozzi, Paola Onofri, Daniela Morelli, Maurizio Donadoni, Enrico Bertorelli, Roberto Accornero, Silli Togni; origine: Italia; produzione: Istituto Luce-Italnoleggio Cinematografico, Reiac Film, Rai, Radiotelevisione Svizzera Italiana; durata: 109′
Durante i giorni in cui si svolge il festival di Locarno si incontrano Silvia e Alberto, che si sono persi di vista da anni. Lui è un critico cinematografico, lei una giornalista che lavora in Svizzera. Silvia ha alle spalle esperienze sbagliate, soprattutto in campo sentimentale; le racconta ad Alberto, in flashback, quasi si trattasse di un film e l’uomo le monta e le rimonta, le modifica e le trasforma, “regista” della situazione. Il rapporto fra i due è dolce e burrascoso, teso e diffidente. Poi il festival si conclude…
 
ore 19.00
Sierra Maestra (1969)
Regia: Ansano Giannarelli; soggetto: Ansano Giannarelli, Vittorina Bortoli, Fernando Birri; sceneggiatura Ansano Giannarelli, Vittorina Bortoli, Fernando Birri; fotografia: Marcello Gatti; musiche: Vittorio Gelmetti; montaggio: Velia Santini; interpreti: Fabian Cevallos, Carla Gravina, Gabriella Mulachie, Barbara Pilavin, Antonio Salines, Arnaldo Bellofiore, Soko, Stefano Massotti, Giacomo Piperno, Piero Vida, Bruno Cirino, Giorgio Piazza, Riccardo Campanelli, Sebastiano Calabrò, Roberto Bonanni, Fernando Birri, Franco Graziosi; origine: Italia; produzione Reiac Film; durata: 111′
Franco, un giornalista italiano, viene arrestato in Venezuela dalle truppe regolari che combattono la guerriglia e accusato di essere un rivoluzionario. Benché percosso e sottoposto ad un duro interrogatorio, Franco nega ogni addebito, pur affermando di riconoscere giusta l’azione di coloro che si oppongono al potere costituito. A nulla valgono le preghiere della madre, che è venuta a trovarlo, e che lo invita a desistere dal suo rigido atteggiamento. Mentre in Italia, nella sua città, la giovane moglie e i suoi amici discutono sui principi che hanno guidato l’azione di Franco, questi, in carcere, ne accetta le conseguenze. Un giorno, vengono condotti nella sua stessa cella due uomini: un fotografo di moda e un guerrigliero. Tra Franco e il combattente si accendono lunghe e spesso acerbe discussioni, mentre il fotografo, che sembra estraneo alla lotta, cerca di mitigare con vaghe idee di pacifismo la durezza della dialettica. Le sofferenze comuni e le umiliazioni uniscono a poco a poco i tre prigionieri e li rendono amici.
 
ore 21.00
Incontro con Letizia Cortini, Virgilio Fantuzzi, Paola Scarnati, Mario Musumeci
 
a seguire
I misteri di Roma (1963)
Regia: Libero Bizzarri, Mario Carbone, Angelo D’Alessandro, Lino Del Fra, Luigi Di Gianni, Giuseppe Ferrara, Ansano Giannarelli, Giulio Macchi, Lorenza Mazzetti, Enzo Muzii, Piero Nelli, Paolo Nuzzi, Dino B. Partesano, Massimo Mida, Giovanni Vento; origine: Italia; produzione: Spa Cinematografica; durata: 98′
Documentario-inchiesta sulla capitale, ideato e coordinato da Cesare Zavattini. Quindici giovani registi filmano in media sette minuti ciascuno componendo il ritratto di una giornata a Roma, svelandone gli aspetti meno conosciuti. Dall’alba alla notte si alternano bassifondi e quartieri alti (più raramente): prostitute, papponi, spogliarelliste, barboni, operai e impiegati sfruttati, preti, consiglieri comunali missini, neofascisti. Ne viene fuori il quadro di una società già incattivita, nella quale prima di tutto conta il denaro.
Ingresso gratuito

 

 

Schedule dates