Home > Mostre virtuali – Biblioteca Luigi Chiarini
Home > Mostre virtuali – Biblioteca Luigi Chiarini

Mostre virtuali della Biblioteca Luigi Chiarini

L’ideazione delle Mostre virtuali della Biblioteca Luigi Chiarini del Centro Sperimentale di Cinematografia è sorta dall’esigenza di voler far conoscere al vasto pubblico il ricco patrimonio bibliografico: con il progetto delle Mostre virtuali lo staff vuole pertanto proporre un modo diverso e innovativo di essere “Biblioteca”.

Centro Sperimentale di Cinematografia

La Biblioteca Luigi Chiarini conserva numerosi spartiti illustrati di canzoni tratte da film.

Artisti-del-Cinema_Albo-1_2

Tra i numerosi e interessanti materiali conservati dalla Biblioteca Luigi Chiarini spiccano alcuni album di figurine, materiali spesso poco considerati, ma che hanno avuto nel corso del XX secolo ampia diffusione presso un pubblico eterogeneo.

La moda: giornale delle dame_1 (1878)

La Biblioteca Luigi Chiarini vanta una cospicua Sezione di Moda e Costume, costituita da oltre mille documenti bibliografici.

Mostra bozzetti di Marisa d'Andrea - Bozzetto per costumi di otto personaggi in una bal-musette - La vita leggendaria di Ernest Hemingway 1988

Costumista italiana, ha lavorato nel cinema, nel teatro e nella televisione.
La mostra sull’opera personale di Marisa D’Andrea in questo sito web è molto ricca ed articolata: leggi e guarda tutti i documenti presenti.

Mostra bozzetti di Alberto Verso - Bozzetto per i costumi del coro delle donne - Madame Butterfly 1997

Costumista e scenografo italiano affermato in ambiente teatrale, cinematografico e televisivo, sia in Italia, sia all’estero.
La mostra sull’opera personale di Alberto Verso in questo sito web è molto ricca ed articolata: leggi e guarda tutti i documenti presenti.

Centro Sperimentale di Cinematografia

Si tratta di materiale che viene genericamente incluso fra i “paratesti”, appartenente alla categoria del cosiddetto materiale minore.

Mostra Fondo Alida Valli - Alida Valli, ritratto anni Quaranta

L’archivio dell’attrice è stato donato dai figli Carlo e Lorenzo De Mejo alla Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia tra il 2015 e il 2016. Il nipote Pierpaolo De Mejo è impegnato da anni nella promozione e tutela del patrimonio culturale e artistico lasciato da Alida Valli.