Home > Francesco Pasinetti, l’enfant prodige del cinema italiano
Francesco Pasinetti, l’enfant prodige del cinema italiano
10 Novembre 2016 - 10 Novembre 2016
«”Un raffinato intellettuale, un galantuomo, un grande artigiano”. Con queste parole Francesco Maselli rievocò, alla fine di un percorso di ricordi e ricostruzioni, la figura di Francesco Pasinetti. Carlo Lizzani parlò di lui come di un faro, un mito per i cinefili nati negli anni Venti. Mario Verdone lo pianse come l’amato compagno di lavoro, l’indimenticabile esempio di azione e di vita. Nessuno che lo conobbe poté non apprezzarne la consuetudine alla disponibilità, al dialogo, al confronto. Sobrietà, rigore, onestà, riservatezza, generosità furono i tratti salienti della sua personalità e determinanti per le sue vicende professionali, ma soprattutto la curiosità, la sua versatilità e la poliedricità fecero di Pasinetti un intellettuale talentuoso, completo, competente, aperto al mondo dell’arte a trecentosessanta gradi. […] Il veneziano Francesco Pasinetti è noto in primis per il suo impegno nel campo del cinema come regista, sceneggiatore, critico, storico, docente nonché fotografo». Pasinetti, nato nel 1911 e scomparso prematuramente nel 1949, fu il primo a laurearsi in Lettere con una tesi sul cinema, nel 1933, ma aveva già fondato la rivista «Il Ventuno». Nel 1937 era già docente al Centro Sperimentale di Cinematografia, di cui assunse la direzione nel 1948, e nel 1939 scrisse la prima Storia del cinema, cui fecero seguito altre pubblicazioni e la fondazione della casa editrice Rialto. All’attività di docente e studioso affianco quella di regista e sceneggiatore (La peccatrice di Amleto Palermi, Via delle Cinque Lune e La locandiera di Luigi Chiarini), con esiti straordinari.
Il lungometraggio Il canale degli angeli, il solo diretto da Pasinetti, e i diciotto documentari proposti in questa giornata (ad alcuni ha collaborato come supervisore, voce di commento o montatore), sono tratti dal dvd Francesco Pasinetti. Il suo cinema, edito da Luce Cinecittà. Tutte le opere sono state restaurate in digitale su materiali provenienti dall’Archivio Storico del Luce, dalla Cineteca Nazionale e dalla Cineteca Italiana.
Si ringrazia per la collaborazione Luce Cinecittà
 
ore 17.00 Entusiasmo di Francesco Pasinetti (1933, 21′)
Il canale degli angeli di Francesco Pasinetti (1934, 48′)
Sulle orme di Giacomo Leopardi di Francesco Pasinetti (1941, 11′)
Città bianca di Francesco Pasinetti (1942, 14′)
La gondola di Francesco Pasinetti (1942, 14′)
I piccioni di Venezia di Francesco Pasinetti (1942, 12′)
Venezia minore di Francesco Pasinetti (1942, 16′)
 
ore 19.30 Nasce una famiglia di Francesco Pasinetti (1943, 14′)
Venezia insorge di Glauco Pellegrini (1945, 8′)
Il palazzo dei dogi di Francesco Pasinetti (1947, 10′)
Torcello di Antonio Marzari e Salvatore Danò (1947, 10′)
Piazza San Marco di Francesco Pasinetti (1947, 11′)
Venezia in festa di Francesco Pasinetti (1947, 9′)
 
ore 20.45 Incontro moderato da Alfredo Baldi con Luisa PagnaccoCarlo Montanaro
Nel corso dell’incontro sarà presentato il libro di Luisa Pagnacco Francesco Pasinetti. Oltre il cinema. Le vicende teatrali tra lirica e prosa (Bulzoni, 2015).
 
a seguire Lumiei di Francesco Pasinetti (1948, 8′)
Piave-Boite-Vajont di Francesco Pasinetti (1948, 21′)
I pittori impressionisti di Francesco Pasinetti (1948, 10′)
Arte contemporanea di Francesco Pasinetti (1948, 9′)
Latte per la città di Cesare Ardolino e Gian Luigi Polidoro (1949, 10′)
Ragazze in bianco di Francesco Pasinetti (1949, 12′)
Schedule dates