Home > CinemaTrevi: Presentazione del dvd “La città di Angiolina: Trieste ai tempi del film Senilità”
CinemaTrevi: Presentazione del dvd “La città di Angiolina: Trieste ai tempi del film Senilità”
27 Maggio 2010 - 27 Maggio 2010
ore 20.30
La città di Angiolina: Trieste ai tempi del film Senilità (2010)
Regia: Gloria De Antoni, Oreste De Fornari; montaggio: Letizia Caudullo;riprese: Davide Del Degan, Michele Federico, Marco Monti;consulenza storica: Carlo Gaberscek; consulenza musicale: Massimo Cigaina;grafica: Raffaele Cappelli;montaggio del suono: Stefano Grosso; origine: Italia; produzione: Cineteca del Friuli, con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorato al Turismo e della Friuli Venezia Giulia Film Commission; durata: 50′
Protagonista di Senilità, il film di Mauro Bolognini del 1962, ispirato al romanzo di Italo Svevo, è insieme a Claudia Cardinale, nel ruolo di Angiolina, ragazza spregiudicata quanto enigmatica, la città di Trieste, che fa da sfondo alle sue avventure amorose. La città di Angiolina, il nuovo documentario di Gloria De Antoni e Oreste De Fornari prodotto dalla Cineteca del Friuli, si propone di far rivivere quei giorni di 50 anni fa, attraverso i ricordi di quanti hanno partecipato o soltanto presenziato alle riprese del film, gli attori, Claudia Cardinale e Philippe Leroy, il costumista Piero Tosi, le comparse triestine, lo scrittore Claudio Magris e Tullio Kezich, scomparso l’estate scorsa, a cui il documentario è dedicato. Memorie, commenti e confronti sono stati raccolti dai due autori in modo inconsueto, intervistando i testimoni sui luoghi delle riprese, importunando i passeggeri di un tram, oppure pedinando un’attrice (Betsy Blair) nelle sue deambulazioni nei giardini pubblici di Trieste in un giorno di pioggia. Senza dimenticare gli interventi di Lelio Luttazzi, l’unico non testimone delle riprese, presente nel documentario come una sorta di genius loci che dispensa riflessioni e ricordi sulla Trieste di ieri. Ne viene fuori un mosaico policromo e prismatico dove si alternano cinema e televisione, bianco e nero e colore, 8mm e 35mm, brani del film di Bolognini e cinegiornali d’epoca, in un montaggio liquido che restituisce nel gusto di oggi la radiografia di un film simbolo della città di Trieste.
Ingresso gratuito      
 
ore 21.30
Incontro moderato da Enrico Magrelli con Gloria De Antoni, Oreste De Fornari, Livio Jacob
 
a seguire
Senilità (1962)
Regia: Mauro Bolognini; soggetto: dal romanzo omonimo di Italo Svevo; sceneggiatura: Goffredo Parise, Tullio Pinelli, M. Bolognini; fotografia: Armando Nannuzzi; scenografia: Luigi Scaccianoce; costumi: Piero Tosi; musica: Piero Piccioni; montaggio: Nino Baragli; interpreti: Claudia Cardinale, Anthony Franciosa, Betsy Blair, Philippe Leroy, Aldo Bufi Landi, Franca Mazzoni; origine: Italia/Francia; produzione: Zebra Film, Aera Film; durata: 110′
Un uomo già maturo, Emilio, s’innamora di una ragazza, Angiolina, ma le continue infedeltà della donna lo costringono a lasciarla. Quando la sorella si suicida per una delusione d’amore, Emilio resterà solo per sempre. «In un film dove tutti sono variamente perdenti, patetici e sgradevoli, e dove la macchina da presa molto spesso non è all’altezza dei personaggi, ma è in plongée o li riprende dal basso, Bolognini probabilmente cercava nella narrazione in prima persona un mezzo per infondere un po’ di pathos. Emilio, peraltro, è afflitto da un io debordante: non fa che ripetere “provo compassione di me stesso”, “avevo punito me stesso”. È l’uomo decadente, arrivato a un eccesso di consapevolezza e incapace di avere un rapporto diretto con la realtà» (Bocchi-Pezzotta).
Copia proveniente dal Centro Mauro Bolognini – Ingresso gratuito
Vietato ai minori di anni 14

 

 

Schedule dates