Home > Carlo Rambaldi, il mago
Carlo Rambaldi, il mago
07 Febbraio 2014 - 07 Febbraio 2014
Carlo Rambaldi non è solo il “mago” degli effetti speciali, tre volte premio Oscar e papà di personaggi cult come King Kong, Alien e E.T. l’extraterrestre. Carlo Rambaldi è un artista che ha fatto della propria arte una ricerca continua, ossessionata, verso un’idea: è il movimento che crea emozione. Dai promettenti inizi come pittore e scultore agli studi sull’animazione di pupazzi, ai “trucchi” per il cinema, prima in Italia e poi a Hollywood, Carlo ridefinisce in modo netto e originale il fantastico mondo degli “effetti speciali visuali”, ai quali conferisce un’artigianalità e un genio tipicamente italiani, quasi rinascimentali. Le sue sculture meccaniche non sono opere computerizzate, ma veri e propri esseri cibernetici, all’interno dei quali batte un cuore umano, quello del suo creatore, capace di divertire e commuovere intere generazioni per molti anni a venire.
 
ore 17.00 King Kong 2 di John Guillermin (1986, 105′)
Abbattuto dall’aviazione americana nel precedente film del 1976, King Kong viene salvato da un gruppo di scienziati che gli innesta un enorme cuore di plastica. L’operazione riesce grazie anche al sangue donato da una femmina della sua stessa specie. Fuggiti sui monti per paura di essere divisi, i due animali sono braccati. Effetti speciali di Carlo Rambaldi.
 
ore 19.00 E.T.  l’extra-terrestre di Steven Spielberg (1982, 115′)
«Un bambino di dieci anni, Elliott (Thomas) trova un extraterrestre abbandonato sulla Terra dai suoi simili e lo nasconde in casa sottraendolo alla curiosità di un gruppo di scienziati per poi aiutarlo a riunirsi con i suoi, tornato a riprenderlo. Uno dei film che ha incassato di più in tutta la storia del cinema, perfettamente in equilibrio tra messaggio d’amore […] e commozione melodrammatica […]. Molto del successo del film è dovuto alla simpatia che ispira istintivamente il personaggio dell’extraterrestre, disegnato e costruito da Carlo Rambaldi (e fatto muovere in alcune scene, da un nano nascosto al suo interno), la cui battuta “E.T. telefono casa” è ormai entrata nel patrimonio linguistico comune» (Mereghetti).
 
ore 21.00 Incontro moderato da Alfredo Baldi con Victor Rambaldi
Nel corso dell’incontro verrà presentato il volume di Victor Rambaldi, Carlo Rambaldi. Una vita straordinaria (Rubettino, 2013).
 
a seguire Dune di David Lynch (1984, 137′)
«Nell’anno 10191 l’Imperatore delle Galassie destina il desertico pianeta Dune – abitato dal popolo dei Fremen e ambito dai rapaci Hakkonen perché vi si trova la “spezia”, alimento che conferisce poteri preternaturali – alla famiglia degli Atreides. Paul, ultimo erede con la madre Ramallo, insegna ai Fremen l’arte del combattimento per opporsi agli Hakkonen. Per 40 milioni di dollari, ispirandosi a un romanzo di Frank Herbert, Lynch ha fatto un film fantastico d’autore, farraginoso, squilibrato, qua e là enigmatico nello sviluppo della vicenda, talvolta geniale. Pittoresca galleria di personaggi. Memorabili i vermoni di Carlo Rambaldi e la fotografia di Freddie Francis» (Morandini).
Ingresso gratuito
Schedule dates