Home > Costume
Costume
Roma

Direttore artistico Maurizio Millenotti
Assistente Giovanna Arena

Social
Seguici sui Social Network
Centro Sperimentale di Cinematografia

Le fasi fondamentali del corso di Costume sono la progettazione, i laboratori di taglio e i seminari di trucco e acconciatura. Durante il primo anno agli allievi si concentrano sulla progettazione, che prevede lo studio di un determinato periodo storico attraverso delle lezioni di Storia del costume e di Documentazione iconografica. Una volta acquisita la capacità di “leggere” un’immagine di un dato periodo, si passa allo studio di una sceneggiatura ambientata nella stessa fase storica: l’analisi dei personaggi, lo studio del testo e delle scene, lo studio del periodo storico, del ceto sociale e del luogo di riferimento, permettono finalmente la realizzazione dei bozzetti per i personaggi. Il disegno diventa fondamentale sia per la comprensione del periodo storico, sia per la progettazione dei personaggi e dei costumi, nonché grande veicolo di dialogo con il regista. Nell’ultima fase dell’anno, dopo aver svolto le lezioni di Istituzioni di costume, in cui viene illustrato il lavoro che precede il set (organizzazione del reparto, collaborazione con i fornitori, rapporto con gli interpreti e lavoro con il regista), gli allievi affrontano i loro primi cortometraggi.

Nel corso del secondo anno, viene proposto un secondo tema storico. Oltre ad affrontare tutti i passaggi di studio del periodo, gli allievi si approcciano con i fornitori e comprendono come funziona la fase di noleggio e le incredibili possibilità di collaborazione con sartorie, calzaturifici, parruccherie, attrezzerie. Grande importanza riveste il seminario di taglio storico, durante il quale gli allievi hanno la possibilità di “creare” con le proprie mani le forme e i capi studiati in fase di progettazione, imparando a riconoscere i tessuti delle varie epoche, a comprendere le sottostrutture femminili, a riconoscere le potenzialità dei fisici e la vestibilità dei capi, nonché le differenze che intercorrono tra le tecniche del cucito di un periodo storico e quelle di un altro. Questa fase è seguita dal seminario di trucco e acconciatura. Gli allievi costumisti hanno quindi la possibilità di interagire con gli allievi del corso di recitazione dando forma a un proprio progetto, seguendo meticolosamente tutte le fasi della realizzazione. I cicli di cortometraggi del secondo anno consentono agli allievi di mettere in pratica tutte le informazioni acquisite durante il periodo di studio. Nel corso della terza annualità gli allievi si dedicano ai film di diploma, attraverso una progettazione che riassume tutti i momenti didattici fino a qui affrontati. Viene anche organizzato un secondo importante seminario di taglio, in cui ci si confronterà direttamente con le problematiche connesse alla ricostruzione di un abito d’epoca. Durante i tre anni gli allievi hanno la possibilità, attraverso gli stage, di collaborare con importanti realtà produttive: film in progettazione e in lavorazione, spettacoli teatrali, sartorie di altissimo livello; è favorito così l’inserimento nel mondo del lavoro. In sintesi i tre momenti didattici hanno come obiettivo primario lo studio approfondito del costume in relazione all’epoca, all’espressione visiva del momento storico, e in funzione della fisicità dell’attore, che il costumista deve rendere credibile in quanto personaggio.

Tra i docenti degli ultimi cinque anni: Piero Tosi,  Sergio Bassetti, Gianfranco Cabiddu, Massimo Cantini Parrini, Andrea Cavalletto, Nanà Cecchi, Maria Teresa e Franco Corridoni, Luca Costigliolo, Flavio De Bernardinis, Virginia Gentili, Gabriele Mayer, Alfonsina Lettieri, Gianfranco Pannone,  Roberto Perpignani, Gabriella Pescucci, Francesca Sartori, Tommaso Strinati, Silvia Viglia.

Maurizio Millenotti

Costumista di fama internazionale, in teatro di prosa e d’opera ha lavorato – tra gli altri – con Alfredo Arias, Luca Ronconi e Franco Zeffirelli; tra i tanti registi con i quali ha collaborato al cinema ricordiamo Peter Greenaway, Ermanno Olmi, Bernard Rose, Sergio Rubini, Kevin Reynolds, Paolo Virzì, Gianni Amelio, Rupert Everett. Due volte finalista agli Oscar per i film di Franco Zeffirelli Otello e Amleto, ha vinto il Nastro d’Argento per E la nave va di Federico Fellini, L’importanza di chiamarsi Ernesto di Oliver Parker, La passione di Cristo di Mel Gibson, Reality di Matteo Garrone, e per i film di Giuseppe Tornatore La leggenda del pianista sull’oceano e La migliore offerta, per i quali ha vinto anche il David di Donatello.

Docenti
Giovanna Arena
Nata a Napoli il 3/2/1968 dove studia Moda e Costume con il costumista Nicola Lo sito e poi pittura ...

Leggi di più
Virginia Gentili
Dopo gli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, frequenta il corso di Costume di Piero To...

Leggi di più
Sergio Bassetti
(1952) ha da sempre circoscritto la propria area di indagine, scrittura e insegnamento al cinema e s...

Leggi di più
Gianfranco Cabiddu
Regista e sceneggiatore è nato a Cagliari e vive a Roma. Etnomusicologo con studi di musica classic...

Leggi di più
Andrea Cavalletto
Diplomato presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia nel 2004 e il Centro Sperimentale di Cinemat...

Leggi di più
Flavio De Bernardinis
(Roma, 1957). Membro del comitato di redazione della rivista "Segnocinema". Collaboratore di "MicroM...

Leggi di più
Gianfranco Pannone
(Napoli 1963) vive e lavora a Roma, dove si è laureato nel 1988 in Storia e critica del cinema all'...

Leggi di più
Roberto Perpignani
E' nato a Roma il 20 aprile del 1941. Per cinque anni compie studi di pittura ifno a che gli viene ...

Leggi di più
Tommaso Strinati
(Roma, 1973), dottore di ricerca in storia dell’arte medievale e moderna, è specialista in arti v...

Leggi di più
Vuoi frequentare questo corso?