Home > Pietro Marcello
Pietro Marcello
Centro Sperimentale di Cinematografia
Share SHARE
18 March 2021
Classe 1976, debutta su Radiotre nel 2002 con il radiodocumentario Il tempo dei magliari, cui farà seguito il debutto alla regia con i corti Carta e Scampia. Dopo il documentario Il cantiere, vincitore dell'11esima edizione del festival Libero Bizzarri, La baracca e la docufiction girata in Costa d'Avorio Grand Bassan, partecipa alla 64esima Mostra del Cinema di Venezia nel 2007 con Il passaggio della linea, documentario realizzato interamente a bordo dei treni espressi che attraversano l'Italia (vincitore del premio Pasinetti DOC e di una menzione speciale nella sezione DOC.it). A seguito dell'incontro con Enzo Motta, il futuro protagonista del suo film, grazie alla Fondazione gesuita San Marcellino di Genova, realizza il documentario drammatico La bocca del lupo, vincitore della 27esima edizione del Torino Film Festival. Nel 2010 partecipa al film collettivo Napoli 24, dedicando il breve episodio Rettifilo all'omonimo corso napoletano. L'anno successivo presenta al Festival di Venezia due documentari sul cinema: Il silenzio di Pelešjan, sul regista d'avanguardia Artavazd Pelešjan, e Marco Bellocchio, Venezia 2011, un breve ritratto del regista piacentino. Negli anni successivi gira alcuni episodi per film collettivi, e nel 2015 presenta al Festival di Locarno il lungometraggio Bella e perduta. Nel 2019 presenta alla Mostra del Cinema di Venezia Martin Eden, liberamente tratto dall'omonimo romanzo di Jack LondonLuca Marinelli per questo ruolo vincerà la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile. Nel 2021 dedica il documentario Per Lucio alla figura di Lucio Dalla.    
Sign up to our newsletter