Il cinema muto italiano 1914. I film degli anni d'oro. Prima parte

 

Vittorio Martinelli

€ 15.00aggiungi al carrello 
anno di edizione1993
pagine281
distribuzioneCentro Sperimentale di Cinematografia
Il 1914 rappresenta il momento cruciale di quella fase, definita dall'autore "epoca d'oro" del cinema muto italiano. La complessa macchina produttiva e la conseguente notorietà internazionale dei film italiani sembrano consolidate. Nel corso dell'anno, tuttavia, agiscono alcuni elementi che frenano la forza propulsiva del nostro cinema: agli effetti della censura, istituita nel 1913, si aggiunge l'aggravio dell'imposizione di un bollo sui biglietti d'ingresso che blocca ulteriormente l'espansione nel mercato interno. Nel luglio del 1914 prende avvio la prima guerra mondiale che vede l'iniziale neutralità italiana. Sebbene il periodo bellico imporrà presto i suoi frutti negativi anche sulla produzione cinematografica nazionale, il 1914 è ancora un momento di grande espansione quantomeno nei termini di un numero elevatissimo di pellicole prodotte. Se la produzione del corto e medio metraggio è ancora prevalente il lungometraggio è destinato ad esprimere le ambizioni artistiche che conferiscono prestigio ad ogni "marca di fabbrica". Il volume - apparso inizialmente come numero speciale della storica rivista Bianco & Nero" - è il primo tomo dedicato al 1914. Essenzialmente costituito da schede filmografiche ordinate alfabeticamnte per titolo è disponibile singolarmente o nel cofanetto che raccoglie gli anni 1913-1915.
note sull'autore
Vittorio Martinelli (Napoli, 1926 – Bologna, 2008). Storico del cinema e appassionato collezionista, è stato autore o coautore con Aldo Bernardini della filmografia de Il cinema muto italiano (1991-1996). Da solo o in collaborazione è l’autore di numerose monografie su registi e attrici: Augusto Genina, Carmine Gallone, Enrico Guazzoni, Roberto Roberti, Francesca Bertini, Leda Gys, Pina Menichelli, Maria Jacobini, e di un volume sulle Dive del silenzio (2001), oltreché di numerosi saggi e contributi apparsi sulle riviste specializzate di cinema. È stato inoltre autore di: Lucy Doraine alla conquista dell’Italia (1988), Cuor d’oro e muscoli d’acciaio (2000), Dal Dott. Caligari a Lola-Lola (2001), L’eterna invasione (2002), Una frequentazione rarefatta (2005). La sua ultima opera è Za la Mort. Ritratto di Emilio Ghione (2007).