Federico Fellini ospite del CSC all'inaugurazione dell' Anno Accademico 1988-1990

 

21 novembre 1988, si inaugura l'anno accademico del CSC. Lina Wertmüller è da poco stata nominata "commissario" del Centro.

Federico Fellini non ha mai studiato né insegnato al Centro Sperimentale di Cinematografia. Frequentava soprattutto l'altro lato di via Tuscolana: Cinecittà, davanti al CSC, dove girava i suoi film e dove aveva persino un pied-à-terre nel famoso Teatro 5 per non dover fare avanti e indietro in metropolitana.

Nel filmato che vi presentiamo, però, c'è l'inedita testimonianza di una delle pochissime volte in cui Fellini è venuto al CSC.

È il 21 novembre 1988. Si inaugura l'anno accademico del CSC. Lina Wertmüller è da poco stata nominata "commissario" del Centro. Il ministro del Turismo e dello Spettacolo (allora il Mibact si chiamava così) che l'ha nominata, e che è presente all'inaugurazione, è Franco Carraro. Il presidente del Consiglio è Ciriaco De Mita (lui, al CSC, non c'è). Il commissariamento è un fatto insolito e a seguire l'inaugurazione, comunque aperta, ci sono diversi giornalisti. E con un bel colpo di teatro, Lina Wertmüller fa intervenire un ospite inatteso: il suo vecchio amico Federico Fellini, che rivolge un saluto agli studenti, promette di tornare (non lo farà) e, quando Lina dice che non risponderà ad altre domande, fa una battuta meravigliosa: «Sembra che si parli di Buscetta».

Questo è il filmato di quella mattinata. Recuperato e rimontato da Stefano Landini, è - almeno per chi c'era, e per chi al CSC ha lavorato e lavora - un documento storico. Nel filmato, oltre a Fellini, alla Wertmü ller e al citato Carraro, si vedono o intravedono: Caterina d'Amico (sub commissario), Rocco Moccia (sub commissario), Alberto Estrafallaces (direttore CSC); i docenti CSC Nicola Badalucco, Valentino Orsini, Pietro Pintus, Vincenzo Del Prato, Luigi Di Gianni, Marco Leto, Giulio Gianini,  Marisa D'Andrea; Matteo Spinola, decano degli uffici stampa; i giornalisti Flavia Schiavi («Paese Sera»), Maricla Tagliaferri («Secolo XIX»), Alberto Crespi («L'Unità»), Ernesto Baldo (ANSA); gli allievi del CSC Gianluca Arcopinto, Gianfranco Pannone, Alì Mosmar, Chiara Lambiase, Roberto Gambacorta, Umberto Massa, Melania Mazzucco, Alessandro Corradi, Marianna Sciveres, Vassiliki Kondoridu, Federico Ramundo, Paola Magnanini, Carolina Salomè, Andrea Lancia, Luigi Melchionda, Alessandro Piva, Werther Germondari, Alfredo Betrò, Vittoria Tempo, Ilaria Fraioli, Marco Spoletini, Paolo Bassi, Max Forestieri, Jeanne Peduzzi, Marilisa Calò, Riccardo Lera, Emanuela del Monaco, Federico Scribani, Massimo Bellinzoni, Francesco Bruni e lo stesso Stefano Landini; i dipendenti del CSC Alfredo Baldi, Luciana Fichera, Mario Militello, Antonio Carbonari, Oberto Cecchetti, Silvio Guerriero, Stefano Iachetti, Rosi Matranga, Davide Castrati e Consiglio Pizzonia.

Per tutti, sarà bello ed emozionante rivedersi, in siffatta compagnia!  

Giarda il VIDEO