In mostra a Belfast le foto provenienti dall’Archivio Fotografico della Cineteca Nazionale per l'esposizione "Il Razionalismo sul set: Glamour e Modernismo nel cinema italiano degli anni '30"

 

La mostra al MAC di Belfast analizza lo stretto rapporto tra architettura e cinema negli anni ’30.

Al MAC di Belfast è in corso una mostra fotografica che analizza lo stretto rapporto tra architettura e cinema negli anni '30 evidenziando la forte influenza modernista nelle scenografie create per le commedie italiane prodotte nel periodo tra le due guerre. L'esposizione intende sottolineare il ruolo svolto dall'architettura italiana nello sviluppo di un'estetica razionalista, confluita nell'immaginario collettivo, grazie al lavoro di scenografi e arredatori impegnati sui set cinematografici negli anni '30. Di particolare rilievo l'opera dello scenografo Gastone Medin ben rappresentata dalle stampe fotografiche provenienti dall'Archivio fotografico della Cineteca Nazionale
La mostra propone un raffronto tra immagini di set fotografati prima delle riprese, quindi senza la presenza di attori o attrezzature tecniche, e immagini di architettura contemporanea provenienti dalle Collezioni RIBA, evidenziando il carattere internazionale dell'estetica modernista di questi film.
Le fotografie, in mostra fino al 13 ottobre 2019, provengono principalmente dalla Cineteca Nazionale, Centro Sperimentale di Cinematografia (Roma), dal Museo Nazionale del Cinema (Torino) e dalle Collezioni RIBA.