Venerdì 13 luglio consegna dei diplomi agli allievi 2015-2017 e dei diplomi honoris causa a Lina Sastri, Matteo Garrone e Fabrizio Gifuni

 

La cerimonia si svolgerà, per la prima volta nella storia del CSC, fuori dalla storica sede di via Tuscolana, negli spazi all'aperto antistanti al Mibact, la cui Direzione Generale Cinema promuove l'iniziativa.

 

"Per il cinema italiano"
a Santa Croce in Gerusalemme
 
Venerdì 13 luglio la cerimonia di consegna dei diplomi
agli allievi del triennio 2015-2017
e dei diplomi honoris causa
a Lina Sastri, Matteo Garrone e Fabrizio Gifuni
 
Il 13 luglio si svolgerà a Santa Croce in Gerusalemme, nell'ambito della manifestazione "Per il cinema italiano" (in programma dal 30 giugno al 21 luglio e organizzata dal Centro Sperimentale di Cinematografia e dal Mibact in collaborazione con l'Istituto Luce Cinecittà), la cerimonia di consegna dei diplomiagli allievi dei nove corsi della Scuola Nazionale di Cinema della sede centrale di Roma, diretta da Caterina d'Amico. La cerimonia si svolgerà, per la prima volta nella storia del CSC, fuori dalla storica sede di via Tuscolana, negli spazi all'aperto antistanti al Mibact la cui Direzione Generale Cinema promuove l'iniziativa, e sarà coordinata dal direttore generale del CSC Marcello Foti.
 
In questa stessa occasione saranno consegnati i diplomi honoris causa a tre grandi artisti del cinema italiano: gli attori Lina Sastri e Fabrizio Gifuni (in recitazione) e il regista Matteo Garrone (in regia).
 
I PREMIATI
 
Matteo Garrone, romano, è uno dei nostri cineasti più noti in ambito internazionale. Ha vinto due Grand Prix du Jury al festival di Cannes con Gomorra e con Reality, e sempre a Cannes ha portato l'attore Marcello Fonte al premio come migliore attore nel recente Dogman. Da giovane ha iniziato con la pittura, per poi dirigere i primi film (Terra di mezzoOspitiEstate romana) in felice equilibrio tra documentario e finzione. Successivamente, con L'imbalsamatorePrimo amore, i citati Gomorra e Reality e Il racconto dei racconti, fino a Dogman, si è sempre mantenuto a livelli artistici di assoluta eccellenza. È un uomo di cinema a tutto tondo: sui suoi set è anche operatore alla macchina, come produttore ha ottenuto grande successo con Pranzo di Ferragosto diretto da Gianni Di Gregorio.
 
Fabrizio Gifuni, romano, ha vinto il David di Donatello per il film Il capitale umano, nel quale interpreta con grande talento mimetico un imprenditore milanese. Tra i suoi film ricordiamo Così ridevanoL'amore probabilmenteLa meglio gioventùLa ragazza del lagoNoi 4Fai bei sogni. In tv ha interpretato importanti personaggi storici come Alcide De Gasperi (De Gasperi, l'uomo della speranza), Papa Paolo VI (Paolo VI - Il Papa nella tempesta), Franco Basaglia (C'era una volta la città dei matti…) e Giuseppe Fava (nel recentissimo Prima che la notte). In teatro ha collaborato spesso con la moglie Sonia Bergamasco e con il regista Giuseppe Bertolucci, lavorando in diverse occasioni su testi di Pier Paolo Pasolini, ed è stato uno degli interpreti dello spettacolo Lehman Trilogy di Stefano Massini, per la regia di Luca Ronconi.
 
Lina Sastri, napoletana, è un'attrice e una cantante di grande talento vincitrice di tre David di Donatello per Mi manda PiconeSegreti segreti e L'inchiesta. Ha interpretato ruoli memorabili in Ecce bombo, in Vite strozzate, in Napoli velata. Ha avuto l'onore di dare il volto ad Anna Magnani in Celluloide, il film di Carlo Lizzani sulla lavorazione diRoma città aperta. È anche un'importante autrice teatrale e una raffinata interprete della tradizione della canzone napoletana.