Tre libri per trenta giorni: luglio 2018

 

Pubblichiamo le offerte di luglio dal catalogo editoriale del Centro Sperimentale di Cinematografia.

OFFERTA DI LUGLIO
 
IL GRANDE LIBRO DI ERCOLE
IL CINEMA MITOLOGICO IN ITALIA
autore: Stefano Della Casa e Marco Giusti (a cura di)
anno di edizione: 2013          pagine: 431
distribuzione: Centro Sperimentale di Cinematografia - Edizioni Sabinae
ISBN: 9788898623051           prezzo ordinario di vendita: € 30,00 
 
prezzo scontato (50%) : € 15,00
 
Il cinema peplum o mitologico nasce in Italia nel 1957 per estinguersi nel 1965. Il fenomeno esplode con il film Le fatiche di Ercole (1958) di Pietro Francisci, attraverso la straordinaria alchimia di personaggi e di situazioni che lo sceneggiatore per antonomasia del genere, Ennio De Concini, riesce a creare giocando con il mito. Il direttore della fotografia Mario Bava arricchisce il lavoro con effetti speciali semplici e ingegnosi, mentre lo scenografo Flavio Mogherini inventa una vera e propria estetica del genere mitologico. A coronamento di tutto c'è l'eroe protagonista Steve Reeves, campione americano di culturismo che sarà il prototipo (con varianti) per determinare le caratteristiche fisiche e la formazione atletica del protagonista maschile del genere. Il volume si compone di una filmografia completa e dettagliata di cast e credits, sinossi e recensione, un dizionario biografico degli attori maggiori e minori del genere e una nutrita bibliografia. Il ricco apparato iconografico e i saggi storici dei due autori arricchiscono il libro più completo mai scritto sul cinema mitologico italiano.
 
note sugli autori
 
Stefano Della Casa è tra i massimi esperti di cinema italiano, dopo aver curato la sezione "Spazio Italia" sin dalla sua fondazione, ha ricoperto la carica di direttore del Torino Film Festival dal 1999 al 2002. Dal 1994 conduce Hollywood Party, programma radiofonico di Radio3 e dal 2004 al 2006 il contenitore notturno La 25° ora - Il cinema espanso su LA7. Dal 2008 è direttore artistico del Roma Fiction Fest. Collabora con il quotidiano La Stampa e con numerose riviste di cinema. Da alcuni anni presiede la Film Commission Piemonte. Tra le sue pubblicazioni: Mario Monicelli (1986); Mario Mattoli (1990); Riccardo Freda (1999); Dario Argento, il brivido della critica cinematografica (2000); Officina torinese. Una passeggiata in cento anni di cinema (2000); Capitani coraggiosi. Produttori italiani 1945-1975 (2003); La buca di Maspero in Scrittori in curva (2009); Hollywood sul Tevere (2010); Il professor matusa e i suoi hippies (2011); Prima parte. Cinema italiano dal 1939 al 1980 (2012); Pop film art (2012); Splendor. Storia (inconsueta) del cinema italiano (2013). 

Marco Giusti è un critico cinematografico, studioso di cinema, autore televisivo e regista. Ha realizzato diversi programmi televisivi, tra cui Blob, Blobcartoon, Fuori orario, La situazione comica, Carosello, Scirocco, Orgoglio coatto, Fenomeni, Matinée, Soirée, Cocktail d'amore, Stracult e Base Luna. Nel 1996 ha curato la mostra su Carosello per la Triennale di Milano, nel 2004 la retrospettiva Italian kings of the B's - Storia segreta del cinema italiano per la Mostra del cinema di Venezia e nel 2007, la rassegna sul western all'italiana e nel 2010 la retrospettiva La situazione comica. Tra i numerosi libri, si ricordano: Il grande libro di Carosello (1994), Dizionario dei film italiani stracult (1999), Totò si nasce e io, modestamente, lo nacqui (2000), Dizionario del western all'italiana (2007), 007 all'italiana (2010), Vedo... l'ammazzo e torno (2013). Collabora da più di vent'anni con «Il Manifesto» e «L'Espresso».
 
 
GLI OCCHI DEL SOGNO
SCRITTI SUL CINEMA
autore: Giovanni Buttafava
collaboratori: Lorenzo Pellizzari (a cura di) anno di edizione: 2000
pagine: 247 collana: Biblioteca di Bianco & Nero. Saggistica
distribuzione: Centro Sperimentale di Cinematografia
prezzo ordinario di vendita: € 17,50
 
prezzo scontato (50%) : € 8,75
 
Si raccoglie qui per la prima volta una vasta antologia degli scritti di Giovanni Buttafava, pubblicati tra il 1961 e il 1990 nelle sedi più disparate, e riguardanti essenzialmente il cinema "occidentale", in particolare quello italiano. I saggi, gli interventi, le note di costume spaziano dal cinema "alto" al trash; dalle opere d'autore ai generi: non solo l'horror o il western ma anche il film erotico o il poliziottesco (dizione coniata dallo stesso Buttafava).
 
note sull'autore
Giovanni Buttafava (1939-1990), critico cinematografico italiano, è stato tra i maggiori esperti italiani di cinema sovietico, consulente di festival e rassegne, ha ideato con Franco Quadri l'annuario di spettacolo Il Patalogo e ha lavorato per dieci anni a «l'Espresso». Autore di monografie su M. Jancsó e J. von Sternberg, è apparso come guest-star in tre film dell'amico N. Moretti. I suoi scritti sul cinema sono raccolti in Gli occhi del sogno (2000). Lorenzo Pellizzari è critico e storico del cinema. Già redattore di «Cinema Nuovo» e direttore di «Cinema e Cinema», collabora a «Cineforum» e a «Duel». Tra le sue opere come autore o come curatore ricordiamo Cineromanzo. Il cinema italiano 1948-1953 (1978), Hollywood anni Trenta (1982), Alberto Cavalcanti (1988), Il romanzo di Alida Valli (1995), Critica alla critica (1999), Il Morandini televisivo: recensioni 1966-1976 (2004), Adelio Ferrero per un altro cinema (2005), Nino Manfredi regista (2005), True stories. Il cinema è servito in 99 piani sequenza (2008).
 
 
VIAGGIO TRA LE STELLE DEL CINEMA CON LA RIVISTA STAR
UN PROGETTO DELLA
BIBLIOTECA DIGITALE LUIGI CHIARINI
 
anno di edizione: 2009
pagine: 175
collana: Quaderni dellaBiblioteca Luigi Chiarini
distribuzione: Centro Sperimentale di Cinematografia
prezzo ordinario di vendita : € 6,00 
                                                                       
prezzo scontato (50%) : € 3,00
      
Il libro è scaturito dal progetto promosso dalla Biblioteca Luigi Chiarini di progressiva digitalizzazione delle riviste storiche e degli altri materiali bibliografici di pregio. Si è scelto di pubblicare il lavoro effettuato su «Star», importante settimanale cinematografico che venne pubblicato a pochi mesi dalla Liberazione e che riveste un ruolo primario per chi si appresti a compiere ricerche intorno agli anni '44-'46. Di stampo popolare, assunse da subito un aspetto e una formula accattivanti, dedicando numerosi articoli e rubriche non solo al cinema e ai suoi protagonisti, ma anche al teatro di prosa, di rivista e alla radio. Nel libro sono riportati inoltre tutti gli indici, suddivisi in cinque sezioni: Argomenti, Film, personalità del cinema, Rubriche, Firme. Di grande impatto visivo la galleria fotografica costituita dalle copertine di «Star», che immortalano i volti dei divi più in voga all'epoca. Il libro è scaturito dal progetto promosso dalla Biblioteca Luigi Chiarini di progressiva digitalizzazione delle riviste storiche e degli altri materiali bibliografici di pregio. Si è scelto di pubblicare il lavoro effettuato su «Star», importante settimanale cinematografico che venne pubblicato a pochi mesi dalla Liberazione e che riveste un ruolo primario per chi si appresti a compiere ricerche intorno agli anni '44-'46. Di stampo popolare, assunse da subito un aspetto e una formula accattivanti, dedicando numerosi articoli e rubriche non solo al cinema e ai suoi protagonisti, ma anche al teatro di prosa, di rivista e alla radio. Nel libro sono riportati inoltre tutti gli indici, suddivisi in cinque sezioni: Argomenti, Film, personalità del cinema, Rubriche, Firme. Di grande impatto visivo la galleria fotografica costituita dalle copertine di «Star», che immortalano i volti dei divi più in voga all'epoca.