Corso di costume

 

Il corso si tiene presso la sede di Roma

Coordinatore Maurizio Millenotti
Assistente Giovanna Arena

Desideri intraprendere un corso di studi che ti offra grandi possibilità di trasformare la tua passione in una solida realtà lavorativa? Vuoi creare abiti di alta sartoria ma il 'sistema moda' ti va stretto?

Al CSC potrai apprendere da Maestri di fama internazionale i segreti per diventare un grande costumista!

Le fasi fondamentali del corso sono la progettazione originale del costume, in cui l'allievo, attraverso il disegno, preceduto da un'approfondita documentazione, affronta l'ideazione del costume in funzione del periodo storico, del luogo, del ceto sociale e della psicologia dei personaggi; il laboratorio di taglio, in cui l'allievo si confronta direttamente con le problematiche connesse alla "ricostruzione" di un abito d'epoca; il seminario di trucco e acconciatura, in cui l'allievo, dopo un'accurata ricerca, formula un proprio progetto di trucco e acconciatura che seguirà in tutto l'iter della sua realizzazione. I tre momenti didattici hanno come obiettivo primario lo studio approfondito del costume, sia in relazione all'epoca e all'"espressione visiva" del momento storico, sia in funzione della fisicità dell'attore che il costumista deve rendere credibile in quanto personaggio. Le esercitazioni collettive e la realizzazione del film di diploma permetteranno ai futuri costumisti di interagire con tutte le altre aree specialistiche della Scuola.

Tra i docenti degli ultimi cinque anni Piero Tosi, Gabriella Pescucci, Luca Costigliolo, Marisa D' Andrea, Vera Marzot, Maurizio Monteverde, Gabriele Majer, Tommaso Strinati, Franco e Maria Teresa Corridoni, Virginia Gentili.

Maurizio Millenotti
 è una delle firme più rappresentative nel panorama internazionale del costume. Ha collaborato, tra gli altri, con Federico Fellini, Franco Zeffirelli, Giuseppe Tornatore, Ermanno Olmi, Peter Greenway, Kevin Reynolds, Mel Gibson.Vincitore del Nastro d'Argento per i costumi del film La passione di Cristo, regia di Mel Gibson (2005) e del Nastro d'Argento per L'importanza di chiamarsi Ernesto, di Oliver Parker (2003); Nomination al David di Donatello e al Nastro d'Argento per Malèna, di Giuseppe Tornatore (2001); Nomination all'Emmy Award per la serie TV Arabian Nights (2000); Vincitore del David di Donatello e del Nastro d'Argento per La leggenda del pianista sull'oceano, di Giuseppe Tornatore (1999); Nomination all'Oscar per i film Amleto (1991) e Otello (1987) di Franco Zeffirelli; Vincitore del Nastro d'Argento per E la nave va di Federico Fellini.