Grande successo alla Casa del Cinema per l’anteprima romana della copia restaurata di Ultimo tango a Parigi

 

Il film esce il 21 maggio, anche in versione originale, in 154 sale

Grande successo, giovedì alla Casa del Cinema, per l'anteprima romana della copia restaurata di Ultimo tango a Parigi. Il regista, Bernardo Bertolucci, ha introdotto la proiezione assieme al Presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale Felice Laudadio. Davanti a lui un pubblico di cineasti, giornalisti e intellettuali che hanno tributato a Bertolucci un applauso sentito e commosso.

«Ringrazio Vittorio Storaro per il lavoro fatto sul restauro, ringrazio Felice Laudadio e il Centro Sperimentale di Cinematografia. Vorrei che faceste lo sforzo di contestualizzare il film. Per chi ha la mia età non è difficile, i ricordi sono ancora tutti lì. Per i più giovani forse è più complicato, ma erano gli anni subito dopo il '68, era il 1972 e vivevamo ancora sull'onda lunga della trasgressione sessantottina, leggevamo i libri di Bataille, vedevamo le mostre di Francis Bacon e i film si facevano in fretta: cominciammo i sopralluoghi in gennaio e a settembre il film era finito, cotto, pronto da mangiare. Questi restauri sono sempre molto apprezzati. Il film non solo ha ritrovato i colori e i toni del tempo, ma ha messo su un velo lievemente vintage nel quale ci riconosciamo».

Il film torna lunedì 21 maggio in sala, distribuitio da CSC Production/Distribution. Esce in doppia versione, doppiata in italiano (è il doppiaggio d'epoca, realizzato nel '72 dallo stesso Bertolucci con le voci di Giuseppe Rinaldi e Maria Pia Di Meo) e originale (con le vere voci in presa diretta di Marlon Brando e Maria Schneider, che parlano un affascinante mélange di inglese e francese). Le circa 30 copie originali sono meno di quante Bertolucci ne avrebbe desiderate, ma sono comunque un'offerta straordinaria per un film restaurato e sono, per chi le potrà vedere, un inedito assoluto. Almeno per l'Italia.