Bando di selezione per il Corso di Animazione 2019 - 2021, CSC-Scuola Nazionale di Cinema Sede Piemonte

 

Il bando e il regolamento didattico dei corsi sono disponibili per il download in un unico file pdf all'interno della news.

 
SCUOLA NAZIONALE DI CINEMA
SEDE PIEMONTE
 
B A N D O DI SELEZIONE
 
Per l'ammissione ai corsi ordinari
Triennio 2019 - 2021
 
La Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia con il presente Bando si propone di individuare, selezionare e formare giovani cineasti che concorrano allo sviluppo dell'arte e della tecnica cinematografica.
 
I programmi didattici della Scuola Nazionale di Cinema si articolano nell'arco di un triennio e si prefiggono l'obiettivo di una formazione completa degli allievi che coniughi tradizione e innovazione, ricerca e sperimentazione stimolando al massimo grado i processi di collaborazione tra tutte le componenti tecniche e artistiche che concorrono alla creazione dell'opera cinematografica e audiovisiva.
 
I piani di studio delineano i percorsi formativi delle singole discipline nelle loro specifiche peculiarità, ma anche come parti solidali di un tutto, ponendo in evidenza la fitta rete di relazioni interne che ne determina e garantisce la coerenza.
 
Il programma didattico comporta la frequenza obbligatoria. Nelle prime due annualità i moduli d'insegnamento sono finalizzati a stimolare, in modo sistematico, le attitudini e le capacità degli allievi, alla luce delle conoscenze acquisite, attraverso esercitazioni collettive e laboratori. La terza annualità, oltre a specifici corsi di approfondimento, è dedicata ai "lavori di diploma", che vedranno impegnate tutte le aree specialistiche (compatibilmente con le esigenze artistiche) nella realizzazione di opere audiovisive. 
 
 
La Sede Piemonte della Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia apre le selezioni per n. 20 posti per il Corso Animazione per cittadini/e appartenenti all'Unione Europea. Potranno essere compresi nei 20 ammessi anche due cittadini/e provenienti da paesi non U.E.
 
I posti sono da intendersi fino al massimo del numero indicato.
 
Documentazione e versamenti per l'ammissione ai corsi ordinari
I candidati prescelti dovranno presentare entro 15 giorni dalla comunicazione di ammissione e comunque entro la data di inizio delle lezioni del nuovo anno accademico - pena l'esclusione dal corso - i seguenti certificati, in carta semplice, e le ricevute dei versamenti indicati successivamente:
1) certificato di cittadinanza;
2) certificato di residenza;
3) diploma (o copia autenticata o certificato di diploma) di scuola media superiore, nonché gli altri diplomi (o copie autenticate dei medesimi) ed eventuali certificati attestanti i crediti indicati nella domanda di ammissione alla selezione. I diplomi non rilasciati da istituti di istruzione italiani devono essere accompagnati dalla traduzione, legalizzazione e dichiarazione di valore rilasciata dalla rappresentanza diplomatica o consolare italiana del Paese in cui il diploma è stato conseguito;
4) altra eventuale documentazione che la Scuola dovesse ritenere necessaria;
5) attestazione dell'avvenuto versamento della retta annuale di € 2.500,00 (Euro duemilacinquecento/00) per il primo anno; la retta annuale per ciascuno degli altri due anni di corso è di € 2.400,00 (Euro duemilaquattrocento/00);
6) attestazione dell'avvenuto versamento del deposito cauzionale infruttifero di € 900,00 (Euro novecento/00) a garanzia della buona conservazione e della restituzione delle attrezzature che vengono messe a disposizione degli allievi durante il corso degli studi, nonché della permanenza dell'allievo presso la Scuola per l'intero triennio. Il deposito cauzionale è restituito a ciascun allievo al termine degli studi, salvo eventuali addebiti per le causali di cui sopra. In caso di ritiro anticipato dell'allievo dalla Scuola, dal deposito cauzionale è trattenuto l'importo di € 300,00 (Euro trecento/00) per ogni anno di anticipo. In caso di espulsione dell'allievo dalla Scuola, il deposito cauzionale è trattenuto integralmente.
I versamenti dovranno essere effettuati esclusivamente tramite bonifico bancario con le modalità richieste nella comunicazione di ammissione.
 
Ammissione ai corsi ordinari
I candidati prescelti che non presentino la documentazione richiesta, o non effettuino i versamenti nei termini indicati, ovvero non si presentino (senza giustificato motivo) alla data fissata per l'inizio delle lezioni, sono considerati rinunciatari. In tale caso, nei posti rimasti vacanti possono subentrare, a insindacabile giudizio della Direzione della Scuola, i candidati risultati idonei secondo l'ordine delle graduatorie formulate per l'ammissione ai corsi ordinari, secondo quanto previsto nell'art. 3 del Regolamento Didattico.
A perfezionamento della procedura di iscrizione i candidati prescelti dovranno altresì procedere alla sottoscrizione del contratto di cessione dei diritti di cui all'art. 9 del Regolamento Didattico.
 
 
Svolgimento dei corsi
La frequenza alle lezioni, alle esercitazioni e comunque a tutte le attività didattiche è obbligatoria. Lo studente che risulterà assente ad oltre il 15% delle lezioni o esercitazioni, calcolato su base trimestrale, verrà escluso dal corso, anche in casi di cosiddetta "forza maggiore", salvo diversa e insindacabile valutazione da parte della Direzione della Scuola. Non è consentito agli allievi svolgere attività lavorative, anche sporadiche, nell'orario scolastico. Le attività didattiche si svolgono in via ordinaria nei giorni da lunedì a venerdì, secondo gli orari fissati dalla Direzione della Scuola (di norma dalle ore 9.00 alle ore 17.45); possono tuttavia svolgersi anche nei giorni prefestivi e festivi e in orari serali e notturni. L'attività della Scuola è disciplinata dal Regolamento Didattico a cui tutti gli allievi devono attenersi. In caso di inadempienze il Preside e/o il Direttore Didattico e il Direttore Amministrativo della Scuola convocheranno l'apposita Commissione Disciplinare, per l'adozione dei conseguenti provvedimenti.
Al termine del primo trimestre della prima annualità, secondo le modalità indicate dall'art. 6 del Regolamento Didattico, possono essere esclusi dal proseguimento dei corsi quegli allievi che per profitto e/o comportamento non siano ritenuti idonei.
Al termine di ogni annualità verrà formulata una valutazione su ogni allievo ai fini dell'ammissione o meno all'anno successivo, attraverso le modalità indicate dall'art. 6 del Regolamento Didattico.
Il diploma della Scuola è rilasciato, al termine degli studi, agli allievi che abbiano frequentato con profitto i corsi e abbiano ultimato tutti i lavori previsti dal programma didattico.
 
 
Nota
Attualmente il diploma della Scuola Nazionale di Cinema non ha valore legale e non è equivalente/equipollente a titoli universitari. In attuazione di quanto previsto dal Decreto Interministeriale MIBACT/MIUR del 22.12.2015, il Centro Sperimentale di Cinematografia ha presentato al MIUR l'istanza volta ad ottenere il riconoscimento dell'equipollenza del diploma rilasciato dalla Scuola Nazionale di Cinema alla laurea triennale. In relazione agli adempimenti connessi alla presentazione di tale istanza, e alle eventuali prescrizioni, modifiche e/o integrazioni che dovessero essere richieste dal MIUR a tale scopo, si precisa che i piani di studio dei singoli corsi - considerati nella loro generale impostazione e struttura organizzativa - potrebbero subire delle variazioni.
 
 
Per informazioni e delucidazioni sul bando si può inviare un'e-mail all'indirizzo:
 
 
 
ANIMAZIONE         
 
L'obiettivo del Corso di Animazione è la formazione di artisti e tecnici dotati di conoscenza e consapevolezza di tutto il processo creativo e produttivo dell'animazione per diversi media, nonchè di abilità tecnico-artistiche professionali orientate in particolare ad animazione 2d e 3d, character design, scenografia, visual storytelling, previsualizzazione e storyboard, compositing, regia e art direction d'animazione. La didattica, con costante attenzione al talento, alla ricerca e all'innovazione di contenuti ed espressioni, è fondata sulla pratica, sul progetto e sul lavoro in team. Prevede corsi teorico-pratici, laboratori, seminari e conferenze tenuti da artisti e professionisti del settore italiano e internazionale.
 
 
A) Requisiti e documentazione occorrenti per l'ammissione alle selezioni
1) Titolo di studio
Deve essere posseduto, al 30 settembre 2018, un diploma di scuola media superiore o un titolo di studio equivalente. Titoli di studio superiori potranno costituire titolo preferenziale.
2) Età
Data di nascita compresa tra il 1 gennaio 1991 e il 31 dicembre 2000.
3) Attitudini
Conoscenza del cinema e dell'animazione. Interesse e attitudine al racconto per immagini. Abilità nel disegno e nella creazione di immagini con strumenti tradizionali e digitali.
4) Conoscenza della lingua italiana
I candidati stranieri devono avere una buona conoscenza della lingua italiana.
5) Conoscenza della lingua inglese
Tutti gli aspiranti allievi devono avere una sufficiente conoscenza della lingua inglese che sarà verificata nel corso delle selezioni. 
 
 
B) Domanda e versamenti per l'ammissione alle selezioni
 
Ogni domanda di ammissione sarà valida solo se inviata per via telematica, a decorrere dal 15 maggio 2018, attraverso la procedura di partecipazione online pubblicata esclusivamente sul sito della Fondazione (www.fondazionecsc.it), e pervenuta entro e non oltre il 
18 settembre 2018 alle ore 12.00 (ora di Roma).
Pertanto, eventuali domande pervenute in formato cartaceo non saranno accolte.
Limitatamente agli aspiranti allievi che alla data di presentazione della domanda non abbiano ancora compiuto la maggiore età, per la partecipazione alle procedure di selezione sarà richiesta apposita autorizzazione dei genitori, o di chi ne fa le veci; detta autorizzazione, corredata da una fotocopia del documento di identità del genitore o soggetto firmatario, dovrà essere presentata al momento dell'eventuale convocazione in Sede per sostenere le prove selettive previste. Pertanto, l'accoglimento della domanda di partecipazione presentata online da soggetti minorenni deve intendersi accolta con riserva.
 
Ciascun candidato non può presentare più di due domande di ammissione per corsi di specializzazione diversi.
 
Ogni domanda, sottoposta attraverso la procedura telematica, deve essere corredata, pena l'esclusione del candidato,da:
 
1)       una fotografia del candidato in formato "jpg" da allegare all'atto della registrazione;
2)      un sintetico curriculum vitae in lingua italiana;
3)      una lettera di motivazione: testo in lingua italiana (max 2 cartelle - 2000 caratteri), che esponga le motivazioni in base alle quali il candidato chiede l'ammissione al corso scelto e offra informazioni sulle proprie attitudini e i propri interessi. Le lettere di lunghezza superiore possono non essere prese in considerazione, a giudizio insindacabile delle commissioni di selezione, con esclusione, pertanto, del candidato dalla selezione;
4)      un portfolio grafico che mostri la personalità creativa del candidato e le sue abilità tecnico-artistiche (ad es. schizzi dal vivo, illustrazioni, disegni personali, modellazioni, fotografie, ecc). Deve contenere un minimo di 15 e un massimo di 20 tavole. Il file deve essere in formato ".pdf", non eccedente la dimensione di 200 Mb;
5)      facoltativo: demoreel/materiale video realizzato dal candidato, in animazione o dal vivo, della durata massima di 5 minuti, in formato ".mpg" o ".mov" non eccedente la dimensione di 500 Mb;
a perfezionamento delle procedure di domanda di partecipazione alle selezioni, il candidato dovrà effettuare un versamento di € 50,00 (euro cinquanta) come contributo alle spese d'istruttoria. Qualora il candidato intendesse presentare domanda per l'ammissione alle selezioni di un secondo corso (vedi sopra) dovrà effettuare un ulteriore versamento di € 50,00 (euro cinquanta). Il versamento potrà essere effettuato esclusivamente tramite Carta di Credito (anche pre-pagata).
Il mancato pagamento del contributo darà luogo all'inammissibilità della domanda.
 
Sono ammessi alle selezioni tutti i candidati che abbiano allegato i materiali prescritti e che - sulla base di quanto dichiarato nella domanda - risultino in regola con i requisiti previsti dal Bando. Tuttavia la Scuola verifica definitivamente la sussistenza dei requisiti richiesti per l'ammissione alle selezioni (ad esempio la congruità e la validità dei titoli di studio il cui possesso è stato dichiarato dai candidati) nel momento in cui i candidati ammessi ai corsi presentano la documentazione loro richiesta. Se in tale momento viene accertata l'insussistenza anche di un solo requisito (ad esempio che il diploma dichiarato dal candidato non è - o non è assimilabile - a diploma di scuola media superiore) il candidato viene escluso dal corso, fatte salve le eventuali azioni sanzionatorie per il rilascio di dichiarazioni false o mendaci. Pertanto l'eventuale ammissione di un candidato alle prove d'esame non costituisce elemento pregiudiziale di avvenuto accertamento dell'effettiva sussistenza di tutti i requisiti richiesti.
Tutte le comunicazioni da parte della Fondazione saranno indirizzate all'indirizzo e-mail indicato da ogni singolo candidato nella fase di registrazione. La Fondazione non assume nessuna responsabilità per eventuali disguidi dovuti a comunicazioni inesatte o mancanti.
 
 
C) Valutazione dei materiali presentati e prove d'esame 
A seguito della verifica istruttoria circa il possesso dei requisiti richiesti dal Bando, la scelta dei candidati da ammettere alle prove d'esame sarà effettuata da un'apposita Commissione attraverso la valutazione della documentazione e del materiale presentato a corredo della domanda.
L'elenco dei candidati ammessi alle prove d'esame sarà pubblicato sul sito web del Centro Sperimentale di Cinematografia (www.fondazionecsc.it) indicativamente dal 2 ottobre 2018.
Le prove d'esame si svolgeranno indicativamente entro il mese di ottobre 2018. Il calendario sarà pubblicato sul sito web del Centro Sperimentale di Cinematografia almeno sette giorni prima della data di convocazione.
Sede delle prove è la Sede Piemonte del Centro Sperimentale di Cinematografia
via Cagliari, 42 - 10153 Torino.
 
Le prove d'esame consisteranno in prove scritte e pratiche e in un colloquio con presentazione del portfolio, tesi a valutare motivazioni, attitudini, conoscenze e abilità dei candidati. Per colloqui è richiesta la presentazione in originale dei materiali allegati alla domanda di ammissione on-line (portfolio).
Le prove d'esame potranno anche prevedere la verifica della conoscenza della lingua italiana (per i candidati stranieri) e della lingua inglese.
Le prove d'esame potranno essere suddivise in più giornate, anche non consecutive.
Al termine delle prove verrà reso noto l'elenco dei candidati ammessi al seminario propedeutico, sulla base della graduatoria di merito formulata dalla Commissione di selezione mediante l'attribuzione di un punteggio espresso in trentesimi. Il numero massimo degli ammessi al seminario propedeutico è 30. L'elenco dei candidati ammessi al seminario propedeutico sarà pubblicato sul sito del Centro Sperimentale di Cinematografia indicativamente entro il 5 novembre 2018.
Nel caso di ammissione al seminario propedeutico di due corsi diversi, i candidati dovranno comunicare, tramite e-mail, il corso prescelto prima dell'inizio del seminario propedeutico.
 
 
Il seminario propedeutico, della durata di 3-5 giorni, si terrà indicativamente entro il mese di novembre 2018. 
La frequenza al seminario è obbligatoria e non implica alcun pagamento. L'attività del seminario è disciplinata dal Regolamento Didattico, di seguito pubblicato, a cui gli allievi ammessi dovranno attenersi.
Al termine del seminario propedeutico, indicativamente entro il 5 dicembre 2018, verrà pubblicata sul sito web del Centro Sperimentale di Cinematografia la graduatoria di merito dei candidati ammessi a frequentare i corsi ordinari, formulata dalla Commissione di selezione mediante l'attribuzione di un punteggio espresso in trentesimi. Ai fini dell'eventuale subentro in sostituzione di candidati rinunciatari o decaduti potrà attingersi alla graduatoria degli idonei non ammessi. A tale proposito, si considerano idonei i candidati che avranno riportato una votazione non inferiore a 18/30. 
Le valutazioni e le graduatorie finali sono inappellabili.
 
Non vengono fornite motivazioni scritte per le mancate ammissioni.
 
Potranno essere compresi nei 20 ammessi anche due cittadini/e proveniente da paesi non U.E.
 
Il Corso può non essere attivato qualora non siano stati ritenuti idonei almeno dieci candidati.  
 
La Fondazione, sia direttamente sia per il tramite della propria società di produzione CSC Production, al fine di valorizzare e diffondere tutte le attività istituzionali della Scuola, detiene la proprietà e ha la piena disponibilità e il diritto di sfruttamento di tutti i prodotti realizzati con la partecipazione degli allievi e degli aspiranti allievi (ad esempio i colloqui in video, le fotografie, nonché tutti i lavori realizzati durante le varie fasi di selezione, di esame e di attività didattica).
 
 
L'attivazione del corso di cui al presente Bando è strettamente subordinata alla effettiva erogazione dei contributi finanziari da parte della Regione Piemonte.
Il Centro Sperimentale di Cinematografia non assume, pertanto, alcuna responsabilità nei confronti degli aspiranti allievi nel caso in cui il corso non dovesse essere attivato per carenza di risorse finanziarie. Nel caso in cui la mancata erogazione del contributo finanziario da parte dei soggetti suddetti impedisca l'attivazione del Bando, la Fondazione provvederà a rimborsare i 20 ammessi delle spese d'istruttoria sostenute per la partecipazione al Bando.
 
Per ulteriori informazioni si può
1) consultare il sito www.fondazionecsc.it;
2) telefonare al numero 011.9473284 int. 1, dal lunedì al venerdì, dalle 10,00 alle 15,00;
3) richiedere delucidazioni all'indirizzo e-mail: animazione@fondazionecsc.it
 
 
REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI ORDINARI
 
Articolo 1. Ammissione ai corsi
Sono ammessi a frequentare i corsi ordinari della Scuola Nazionale di Cinema i candidati prescelti, sulla base delle graduatorie di merito formulate dalla Commissioni di Selezione, che abbiano presentato, nei termini stabiliti dal Bando di selezione, la documentazione prevista ed effettuato i versamenti previsti.
Il costo annuale per la frequenza di ciascun corso è pari ad € 2.500,00 (Euro duemilacinquecento/00) per il primo anno e di € 2.400,00 (Euro duemilaquattrocento/00) per ciascuno dei due anni successivi. L'allievo può effettuare il pagamento rateale della retta annuale, mediante corresponsione di n. 3 rate quadrimestrali anticipate di pari importo. Il mancato versamento anche di una sola rata, ovvero il pagamento parziale della stessa, determina l'automatico venir meno dell'agevolazione concessa e implica l'integrale pagamento dei ratei scaduti, nonché di quelli futuri, in unica soluzione. Ogni allievo è inoltre tenuto a versare alla Scuola un deposito cauzionale infruttifero di € 900,00 (Euro novecento/00) a garanzia della buona conservazione e della restituzione delle attrezzature che vengono messe a disposizione degli allievi durante il corso degli studi, nonché della permanenza dell'allievo presso la Scuola per l'intero triennio.
 
Articolo 2. Rinuncia e decadenza
Sono considerati decaduti dal diritto di ammissione coloro che non abbiano presentato i documenti richiesti ed effettuato i versamenti dovuti entro la data fissata. L'assenza - senza giustificato motivo - del candidato prescelto alla data fissata per l'inizio dell'anno accademico viene considerata rinuncia al diritto di ammissione ai corsi. All'allievo che abbandoni il corso prima della fine del triennio accademico viene trattenuto dal deposito cauzionale infruttifero, a titolo di penale, l'importo di € 300,00 (Euro trecento/00) per ogni anno di ritiro anticipato. In caso di espulsione dell'allievo dalla Scuola, il deposito cauzionale sarà trattenuto integralmente.
 
Articolo 3. Comunicazioni obbligatorie degli allievi
Entro l'inizio del primo anno accademico, gli allievi devono comunicare alla Scuola Nazionale di Cinema il domicilio, il recapito postale, l'indirizzo di posta elettronica e il recapito telefonico e successivamente avvisare di ogni eventuale modifica, tenendo presente che restano direttamente responsabili di eventuali disguidi causati dalla intempestiva o inesatta conoscenza da parte della Scuola dei dati richiesti.
 
Articolo 4. Durata dei corsi e orario
I corsi hanno durata triennale. Le attività didattiche si svolgono, di massima, da gennaio a dicembre per un totale di 180 giornate ogni anno. L'orario delle lezioni è di norma dalle ore 9.00 alle ore 17.45 dei giorni feriali escluso il sabato, con un intervallo per la pausa pranzo, indicativamente, tra le ore 13.00 e le ore 14.00. Le lezioni e le attività didattiche possono essere prorogate, qualora fosse necessario, oltre l'orario scolastico, e possono svolgersi anche nei giorni prefestivi e festivi e in orari serali e notturni. Non è consentito agli allievi svolgere attività lavorative, anche sporadiche, nell'orario scolastico. L'attività della Scuola è disciplinata dal Regolamento Didattico a cui tutti gli allievi devono attenersi. In caso di inadempienze il Preside e/o il Direttore Didattico e il Direttore Amministrativo della Scuola convocheranno l'apposita Commissione Disciplinare, per l'adozione dei conseguenti provvedimenti.
L'anno accademico è diviso in tre trimestri, tra ciascuno dei quali intercorre un intervallo di durata variabile da due a nove settimane. Le date di inizio e di fine di ogni trimestre sono comunicate agli allievi all'inizio di ogni anno accademico. Gli insegnamenti comprendono lezioni interdisciplinari rivolte a più corsi di specializzazione e lezioni per le singole specializzazioni, oltre a esercitazioni, seminari, prove pratiche ed eventuali stages in Italia e all'estero.I primi due anni sono dedicati alla formazione generale e a quella specialistica. Si svolgeranno lezioni teoriche e attività pratiche, sempre organizzate e dirette dai docenti. Il terzo anno sarà dedicato prevalentemente alla realizzazione del lavoro di diploma. I corsi si svolgono, di regola, nella sede istituzionale di pertinenza del Corso, ma possono tenersi, secondo le opportunità e le necessità didattiche e organizzative, anche in sedi diverse. Analogamente le attività di esercitazione e di laboratorio e le riprese dei film possono svolgersi in esterni, in località diverse, in notturna, in giorni festivi e prefestivi, secondo calendari e modalità stabiliti di volta in volta.
 
Articolo 5. Frequenza e rilevazione delle presenze
La frequenza alle lezioni, alle esercitazioni e ai seminari previsti dai programmi didattici dei vari corsi è obbligatoria. Lo studente che risulterà assente ad oltre il 15% delle lezioni o esercitazioni, calcolato su base trimestrale, sarà escluso dal corso, anche in casi di malattia o di cosiddetta forza maggiore, salvo diversa valutazione da parte della Direzione della Scuola. La rilevazione delle assenze viene effettuata alla fine di ogni trimestre dell'anno accademico.
Ciascun docente, all'inizio di ogni lezione, provvede ad annotare sul proprio registro le assenze e ha facoltà di escludere dalle lezioni gli allievi ritardatari. Per le presenze alle esercitazioni e ai film di diploma fanno fede i diari di lavorazione. Il Direttore Amministrativo della Scuola provvede all'accertamento delle presenze e riceve le motivazioni scritte delle assenze degli allievi; il Preside e i Docenti valutano se le assenze siano tali da pregiudicare il percorso formativo dell'allievo, ovvero un ordinato e proficuo svolgimento dell'attività del corso di appartenenza.
 
 Articolo 6.  Valutazioni periodiche.
Al termine del primo trimestre della prima annualità i Coordinatori e i Docenti di ciascun corso, tenendo conto dell'assiduità alle lezioni, del profitto conseguito e delle attitudini dimostrate, potranno segnalare alla Direzione della Scuola (Preside, Direttore Amministrativo) quegli allievi ritenuti non idonei al proseguimento del corso.
Al termine di ogni anno accademicoi Coordinatori di ciascun corso redigono un giudizio scritto sull'attività svolta da ciascun allievo, tenendo conto delle valutazioni espresse dagli altri Docenti, dell'assiduità alle lezioni, del profitto conseguito e delle attitudini dimostrate. La decisione in merito all'ammissione all'anno successivo spetta alla Direzione della Scuola, sentiti i Coordinatori e i Docenti del corso di appartenenza. Gli allievi non ammessi all'annualità successiva possono essere ammessi a ripetere l'anno.
Gli allievi che non fossero considerati idonei per profitto conseguito, assiduità alle lezioni e attitudini dimostrate a proseguire gli studi sono esclusi definitivamente dai corsi. Quest'ultima decisione spetta alla Direzione della Scuola, sentiti i pareri dei Docenti, ed è sottoposta al parere vincolante del Presidente della Fondazione. Tale decisione non è appellabile.
 
Articolo 7. Subentro degli idonei
Qualora in uno o più Corsi si verifichino rinunce, decadenze o esclusioni (vedi artt. 2 e 6), da parte di uno o più candidati prescelti, ad essi possono subentrare, a insindacabile giudizio della Direzione della Scuola, altrettanti candidati risultati idonei, secondo l'ordine della graduatoria di merito, così come è emerso dalle selezioni. Essi verranno avvertiti via e-mail e devono comunicare alla Scuola entro dieci giorni se intendono avvalersi della facoltà del subentro; debbono quindi presentare la documentazione prevista ed effettuare i versamenti dovuti nei termini loro indicati.
Tale subentro potrà avvenire entro la fine del primo trimestre del primo anno di corso dei corsi ordinari di Costume, Fotografia, Recitazione, Scenografia, Visual Effects Supervisor & Producer, Pubblicità e Cinema d'Impresa, Animazione; entro la fine del secondo trimestre per i corsi ordinari di Montaggio, Produzione, Regia, Sceneggiatura, Suono, Documentario. 
 
Articolo 8. Lavori di diploma
Il terzo anno prevede la realizzazione del lavoro di diploma che, di norma, consiste nella produzione di un film cortometraggio della durata massima di 20 minuti, ovvero di altro genere di produzioni audiovisive. Al lavoro di diploma partecipano gli allievi di tutti i corsi, secondo le rispettive specializzazioni professionali. Tale prescrizione, limitatamente agli allievi del Corso di Recitazione, verrà valutata in base alle esigenze artistiche e produttive.
Le sceneggiature presentate dagli allievi sceneggiatori e registi debbono acquisire la preventiva approvazione dei Coordinatori dei corsi e della Direzione della Scuola. Successivamente, le stesse sono sottoposte al parere del Direttore della CSC Production s.r.l. per quanto attiene la fattibilità la determinazione dei costi di produzione e dei tempi di esecuzione. L'autorizzazione finale alla realizzazione del lavoro di diploma spetta al Presidente della Fondazione, che vi provvede con atto scritto.
I film di diploma - che possono essere individuali o collettivi (film a episodi) - sono prodotti dalla CSC Production s.r.l. - società interamente partecipata e controllata dalla Fondazione CSC - e possono anche essere realizzati in coproduzione con altri soggetti. La decisione di partecipare ad una coproduzione spetta al Consiglio di Amministrazione della CSC Production s.r.l., sulla base della motivata proposta scritta formulata dal Direttore della medesima società.
Allo scopo di garantire il buon fine del film di diploma, ultimo atto del percorso didattico, la responsabilità economico-organizzativa della realizzazione è affidata alla CSC Production s.r.l., fermo restando il costante coinvolgimento della Direzione della Scuola ove dovessero sopravvenire specifiche esigenze di ordine artistico. La Fondazione e/o la CSC Production s.r.l. si riservano di sostituire con persone di propria fiducia gli allievi che, per qualsiasi motivo, non portino a termine la loro opera nell'ambito del film di diploma.
 
Il diploma è conferito agli allievi che siano in regola con le procedure amministrative, che abbiano seguito con profitto tutti gli insegnamenti previsti dal piano di studi e che abbiano partecipato ad un lavoro di diploma riscuotendo l'approvazione della Direzione della Scuola e dei Coordinatori dei corsi. A coloro che lasciano il corso prima del conseguimento del diploma verrà rilasciato un certificato che attesta l'ammissione alla Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia e l'attività ivi svolta.
 
Articolo 9. Prodotti realizzati nel corso della frequenza della Scuola
I prodotti realizzati dagli allievi durante la frequenza della Scuola sono di proprietà della Fondazione, fermo restando il diritto morale degli autori. A tale proposito, e contestualmente all'atto dell'iscrizione alla Scuola, sia per il Corso di base che per il Corso ordinario, l'allievo è tenuto a sottoscrivere - a pena di decadenza dal diritto di ammissione - apposito contratto di cessione diritti a favore della Fondazione CSC e/o della CSC Production s.r.l. per tutti i materiali che l'allievo stesso realizzerà singolarmente o in concorso con altri, durante l'intero corso stesso. Alla Fondazione - direttamente o per il tramite della propria società di produzione CSC Production s.r.l. - spettano, in modo pieno ed esclusivo e senza alcuna limitazione di territorio, di tempo e di modalità di sfruttamento, tutti i diritti di utilizzazione economica dei prodotti realizzati dagli allievi. La Fondazione, direttamente o per il tramite della CSC Production s.r.l., si riserva di utilizzare e di diffondere i prodotti audiovisivi mediante l'invio e la partecipazione a festival, rassegne, mostre e manifestazioni culturali ed eventualmente anche attraverso la cessione a terzi e la distribuzione commerciale. Gli allievi che vi abbiano prestato la propria opera (quali autori, interpreti, tecnici) al termine dei corsi possono ottenere gratuitamente una copia del film di diploma e degli altri lavori realizzati, impegnandosi a farne uso strettamente personale, a non cederla né prestarla a terzi e, comunque, a non farne utilizzo commerciale.
Le esercitazioni realizzate prima del film di diploma, non vengono di norma finalizzate e non sono proiettate all'esterno della Scuola, stante la loro finalità esclusivamente didattica, salvo i casi di accertato valore artistico riconosciuto dalla Direzione della Scuola.
Tutti gli allievi della Scuola possono essere coinvolti, compatibilmente con le esigenze della didattica, in stage formativi presso la società di produzione CSC Production s.r.l. e maturare in tal modo esperienza professionalizzante nell'ambito delle produzioni realizzate dalla medesima società.
 
Articolo 10. Utilizzo di apparecchiature e materiali
Le procedure per l'utilizzo dei materiali, dei mezzi tecnici e dei servizi della Fondazione vengono comunicate all'inizio dei corsi e ad esse i Docenti e gli allievi debbono attenersi. Gli allievi che nel corso dell'attività didattica utilizzino apparecchiature, materiali e servizi comuni sono considerati, congiuntamente ai Docenti, consegnatari e responsabili di quanto loro affidato e quindi sono chiamati a rispondere di eventuali danni arrecati. Deve essere pertanto loro cura segnalare tempestivamente ai Docenti ogni eventuale difetto riscontrato e, altresì qualsiasi circostanza che abbia determinato deterioramenti, deficienze o smarrimento di quanto loro affidato. In caso di responsabilità dell'allievo, la Fondazione si rivale dei danni sul deposito cauzionale infruttifero versato all'inizio dei corsi e, ove questo non basti, secondo i principi ordinari degli art. 2043 e seguenti del codice civile.
 
Articolo 11. Provvedimenti disciplinari e sanzioni
Possono essere avviati procedimenti disciplinari nei confronti degli allievi che abbiano assunto comportamenti in qualunque modo pregiudizievoli per il buon andamento dei corsi, per la Fondazione in generale e per la sua immagine, e comunque in contrasto con il Codice Etico della Fondazione. Per l'avvio di tali procedimenti il Preside convoca l'apposita Commissione Disciplinare, formata da: Preside, Direttore della Scuola e un rappresentante degli allievi. La Commissione potrà adottare il provvedimento disciplinare dell'ammonizione e, alla terza ammonizione, decretare l'espulsione dell'allievo. In casi di particolare e comprovata gravità che non rendono compatibile la permanenza dell'allievo nella Scuola, la Commissione Disciplinare può decretare l'immediata espulsione dell'allievo stesso. I provvedimenti della Commissione Disciplinare sono inappellabili; solo avverso il provvedimento di espulsione l'allievo può appellarsi al Presidente della Fondazione. Il pronunciamento del Presidente della Fondazione è inappellabile. Durante il periodo di pendenza del procedimento disciplinare avverso al quale sia stato proposto appello, la Commissione può decidere di ammettere l'allievo a frequentare le lezioni.
 
Articolo 12. Borse di studio
Per la frequenza della Scuola non è prevista l'erogazione diretta di borse di studio da parte della Fondazione. Le eventuali borse di studio messe a disposizione da Enti pubblici o privati, o comunque da terzi, vengono assegnate secondo le regole di volta in volta fissate dalla Fondazione con apposito bando. L'assegnazione di una borsa di studio non esonera dalla costituzione del deposito cauzionale e non è in alcun caso conguagliabile con eventuali ratei arretrati della retta di frequenza. La trattenuta fiscale operata dalla Fondazione non esime, comunque, gli allievi beneficiari dall'obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi annuale, dal momento che - per la legge italiana - le borse di studio costituiscono reddito.
 
Articolo 13. Disposizioni finali
Il presente Regolamento vincola gli allievi dei corsi ordinari. Copia di esso è consegnata a tutti gli interessati che lo sottoscrivono per ricevuta e accettazione espressa e incondizionata di tutte le clausole, previsioni e pattuizioni in esso in contenute.