Quinlan.it è media partner della retrospettiva Bergman 100. Leggi gli articoli che riattraversano con nuovo sguardo il cinema di Bergman

 

La retrospettiva, promossa tra gli altri da CSC-Cineteca Nazionale, è in corso fino al 4 marzo al Palazzo delle Esposizioni, Roma.

È possibile (ri)vedere i film di Bergman come se fossero film nuovi? È lecito leggere Bergman come se fosse un contemporaneo di Lars von Trier, di Paul Thomas Anderson o di Michael Bay? È quanto prova a fare la rivista online Quinlan in occasione di Bergmam 100, retrospettiva dedicata al regista svedese, al Palazzo delle Esposizioni di Roma, per il centenario della nascita. Per ogni film, una recensione ex novo, scritte da critici che quando i film uscivano non erano ancora nati. Le rilanciamo da qui, dal sito del Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale, tra i promotori della rassegna. 

In rassegna anche film non di Bergman, ma attinenti al suo percorso

Il settimo sigillo
, di Enzico Azzano

Monica e il desiderio, di Raffaele Meale

Il posto delle fragole, di Enrico Azzano

Persona, di Elisa Battistini

Conversazioni private
, di Massimiliano Schiavoni

Fanny e Alexander, di Raffaele Meale

Crisi, di Massimiliano Schiavoni

Un'estate d'amore, di Raffaele Meale

Il porto delle nebbie, di Massimiliano Schiavoni

Sussurri e grida
, di Alessandro Aniballi

Il carretto fantasma di Marco Romagna

Sorrisi di una notte d'estate, di Marco Romagna

 La notte, di Daria Pomponio

Prigione, di Marco Minniti

Il silenzio, di Alessandro Aniballi

Luci d'inverno, di Marco Romagna

Come in uno specchio, di Alessandro Aniballi

Dopo la prova, di Giampiero Raganelli

Aurora, di Raffaele Meale

Il volto, di Alessandro Aniballi