Bando di selezione per la scrittura di soggetti per film di lungometraggio e documentari

 

Leggi l'allegato con l'AVVISO del 5 dicembre 2018.

Bando di selezione per la scrittura di soggetti per

 film di lungometraggio e documentari

nell'ambito della cooperazione tra la Fondazione CSC e la SIAE

Con accordo sottoscritto in data 28 settembre 2016, la SIAE (Ente pubblico a base associativa con funzioni di  tutela del diritto d'autore) ha affidato al Centro Sperimentale di Cinematografia - CSC (Fondazione vigilata dal MIBACT) la realizzazione del progetto denominato "Fondo di sviluppo sceneggiature", rientrante nell'ambito delle iniziative assunte dalla SIAE a sostegno dello sviluppo delle opere dell'ingegno quale contributo alla creatività.

AR. 1 - OGGETTO DEL BANDO 

1.1. Il bando di selezione è rivolto a sostenere l'attività degli autori dell'audiovisivo, il loro inserimento o re-inserimento nel mondo del lavoro, l'innovazione di prodotto e di linguaggio, mediante il conferimento di "borse di sviluppo" per la scrittura di soggetti per film di lungometraggio, fiction e web series, serie di animazione e documentari, fino alla realizzazione delle rispettive sceneggiature.

 

1.2 La selezione e la successiva erogazione delle "borse di sviluppo" è scadenzata in due distinte sessioni annuali: una, destinata alla serialità televisiva e alle serie di animazione, e una, destinata ai film di lungometraggio e ai documentari.

      Il presente bando si riferisce esclusivamente ai film di lungometraggio e documentari.

 

1.3 La dotazione finanziaria complessiva relativa al presente Bando di selezione ammonta ad € 10 0.000 e concerne:

a)        Film di lungometraggio per complessivi € 70.000 (con borsa non superiore ad € 10.000 per film);

b)       Documentari per complessivi € 30.000, con borsa non superiore a € 6.000 a film.

Le suddette "borse di sviluppo" si intendono omnicomprensive di qualsiasi onere e spesa, ivi compresa quella per eventuali tutor.

 

ART. 2. DOMANDA DI AMMISSIONE E REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

2.1  Per concorrere alla selezione gli autori dovranno presentare - entro e non oltre le ore 14,00 del 20 febbraio 2018  ed esclusivamente a mezzo di posta elettronica, da inviare all'indirizzo bandi.csc@fondazionecsc.it  apposita domanda di partecipazione con specifica del profilo per il quale si concorre. La domanda - che dovrà essere sottoscritta in autografo -  dovrà essere corredata dalla seguente documentazione, che non dovrà contenere alcun riferimento all'autore:

·          Informazioni generali sul progetto e dai riferimenti culturali e stilistici (non superiore a due cartelle)

·         Soggetto redatto in lingua italiana (non superiore a 10 cartelle per il lungometraggio e non superiore a 5 cartelle per il documentario)

·         Un file separato dovrà contenere il curriculum vitae e i contatti dell'autore.

 

Per cartella si intende la cartella editoriale (foglio di 1.800 battute da inviare in formato word)

 L'autore non potrà presentare più di un progetto e dovrà specificare nella domanda di essere titolare esclusivo del 100% dei diritti di proprietà intellettuale, nonché di utilizzazione e sfruttamento economico.

 

2.2 Successivamente, esaurita la fase istruttoria e di verifica documentale, sarà cura della Fondazione trasmettere alla Commissione, in forma anonima, i materiali oggetto di valutazione.

 

ART. 3. COMISSIONE DI VALUTAZIONE  

3.1 La Commissione di valutazione sarà composta da:

·         un rappresentante della SIAE con funzioni di Presidente;

·         un rappresentante del Centro Sperimentale di Cinematografia;

·         un rappresentante per i film di lungometraggio;

·         un rappresentante per le serie televisive/web series;

·         un rappresentante per l'animazione;

·         un rappresentante per i documentari.

 

I rappresentanti delle categorie sono selezionati dal Consiglio di Gestione della SIAE, nell'ambito di una rosa di tre nominativi forniti da ognuna delle seguenti associazioni: 100Autori, ANAC, ASIFA, DOC.IT, WGI.

 

ART. 4 - PROCEDURA DI SELEZIONE DEI PROGETTI

4.1. La selezione sarà articolata in due fasi:

a)  Fase di ammissione dei progetti, nella quale sarà verificato, a cura degli Uffici del CSC, il possesso dei requisiti di partecipazione stabiliti dal presente Bando;
 

b) Fase di selezione, nella quale la Commissione valuterà tutte le domande di partecipazione ammesse, in forma anonima e sulla base dei seguenti criteri, fino a un massimo di punti 30 per:

·         qualità narrativa;

·         innovazione linguistica;

·         originalità tematica;

·         potenzialità comunicativa.

 

Al termine della valutazione la Commissione redigerà apposita graduatoria di merito, indicando i candidati ritenuti idonei per sostenere il colloquio. Pertanto, non tutti i candidati saranno chiamati a sostenere il colloquio.

I candidati ammessi al colloquio dovranno poi confrontarsi con la Commissione di selezione sulla qualità artistica del lavoro proposto, i suoi pregi e i suoi punti critici, nonché sugli elementi narrativi e stilistici ipotizzati per la sceneggiatura, il tutto da sintetizzare, dopo un ampio e costruttivo dialogo con la Commissione, in una "scheda di sviluppo" condivisa. Sulla base del soggetto, degli esiti dei colloquio e della scheda  di sviluppo, la Commissione comunicherà la valutazione finale per ciascun candidato e stilerà la graduatoria dei vincitori.

La Commissione di Valutazione stilerà la graduatoria per ognuno dei due profili di partecipazione.
 

4.2 La lista dei progetti vincitori sarà pubblicata sul sito della SIAE e del Centro Sperimentale di Cinematografia.

 

ART. 5 -  EROGAZIONE DEI FONDI

5.1 Le modalità di gestione del rapporto corrispettivo e gli adempimenti facenti capo a ciascuna delle parti - CSC e Autore e tutor - formeranno oggetto di apposito accordo contrattuale da sottoscrivere al momento della proclamazione dei vincitori della selezione.
 

5.2. I vincitori dal Concorso riceveranno i contributi economici dal CSC, che è incaricato della gestione del rapporto e del puntuale adempimento delle obbligazioni assunte da autori e tutor.

 

5.3. L'erogazione delle "borse di sviluppo" ai vincitori sarà subordinata alla sottoscrizione, tra CSC e beneficiario (autore/tutor) di un accordo per lo sviluppo del progetto, in cui saranno stabiliti, tra l'altro, i termini e le modalità di erogazione delle borse di sviluppo e  della realizzazione delle attività obbligatorie di formazione, orientamento ed assistenza.

 

5.4 Il  CSC, in conformità a quanto stabilito nel bando, si impegna a erogare al beneficiario e al tutor i corrispettivi previsti come appresso indicati:

-                      30% dopo la sottoscrizione dell'accordo;

-                      30% all'approvazione del trattamento;

-                      40% all'approvazione della sceneggiatura finale.
 

5.5 I vincitori potranno rinunciare alla borsa di sviluppo fino al momento della sottoscrizione del contratto. In caso di rinuncia, la borsa stessa sarà concessa al progetto che segue nella graduatoria finale.
 

5.6 Il  tutor all'accettazione dell'incarico proporrà una percentuale non superiore al 20% del valore della borsa di sviluppo, che sarà  validata dalla Commissione.  Il pagamento del corrispettivo al tutor avverrà secondo modalità che saranno definite contrattualmente.
 

5.7 L'erogazione delle rate previste può essere autorizzata solo previa approvazione del lavoro svolto da parte del tutor e interrotta in ogni momento se sarà manifesta la scarsa disponibilità lavorativa dell'autore, in caso di non rispetto delle date di consegna previste per ogni fase, o per uno sviluppo che sia ritenuto dal tutor poco coerente con la scheda di sviluppo iniziale o di livello qualitativo decisamente non accettabile. In questo caso, prima dell'interruzione dell'erogazione, l'autore potrà  richiedere il giudizio congiunto della Commissione selezionatrice iniziale.

Laddove l'interruzione dell'erogazione sia dovuta al non rispetto di accordi e scadenze o per motivi legali, la SIAE potrà  chiedere la restituzione delle quote ricevute in acconto nel loro intero ammontare. In caso di interruzione delle erogazioni per "inadempienze" dell'autore, sarà il CSC a chiedere la restituzione. Le eventuali somme recuperate riconfluiranno nel fondo dello specifico genere.

 

 ART. 6 -  OBBLIGHI DEI VINCITORI  E TUTOR

   6.1 I vincitori dovranno: 

·       menzionare espressamente, nei titoli di testa delle opere che verranno eventualmente realizzate e prodotte, che il progetto è stato realizzato con il supporto della SIAE e del CSC;

·       prendere parte agli stage organizzati dal tutor. 

 

 6.2 Il Tutor sarà  scelto nell'ambito di una lista preventivamente stilata dal CSC, della quale faranno parte:

- professionisti affermati con un congruo numero di  opere prodotte dei generi oggetto del bando;

- story editor;

- docenti di tecniche della narrazione audiovisiva con curriculum di chiara fama.

I professionisti del settore che vogliano candidarsi per la funzione di tutor dovranno inviare apposita domanda esclusivamente a mezzo di posta elettronica, da inviare all'indirizzo bandi.csc@fondazionecsc.it  corredata di curriculum professionale e contatti, entro le ore 14,00 del 20 febbraio 2018.

L'autore potrà:

-          proporre una terna, dalla lista di cui sopra, e la commissione sceglierà quello da assegnargli;

-          richiedere che sia la Commissione a scegliere il tutor all'interno della lista;

-          se l'autore concorrente è un professionista affermato può, in accordo con la Commissione che si riserva il parere definitivo, decidere di fare a meno del tutor.

6.3 Il tutor dovrà svolgere le seguenti attività:

·         condividere la scheda di sviluppo prevista da autore e Commissione e indirizzare in tal senso il lavoro di sviluppo prima del trattamento e poi della sceneggiatura;

·         valutare il primo trattamento realizzato, verificare se sia coerente con il progetto di sviluppo previsto e fornire indicazioni utili al superamento dei suoi aspetti critici;

·         approvare o meno la revisione del trattamento alla luce delle indicazioni della "scheda di sviluppo";

·         valutare la prima stesura della sceneggiatura, verificare se sia coerente con il progetto di sviluppo e fornire indicazioni utili al superamento dei suoi aspetti critici;

·         approvare o meno la revisione della sceneggiatura alla luce delle indicazioni della "scheda di sviluppo".

L'incarico del tutor sarà articolato in  un numero variabile da due a tre stages (sullo schema di sviluppo iniziale, sul primo trattamento e la prima versione di sceneggiatura) di uno o due giorni presso il CSC.

 

6.4 Le tre fasi dello sviluppo (approvazione del progetto, trattamento, fino alla sceneggiatura finale) non dovranno superare i 12 mesi.
 

6.5 L'inadempimento totale o parziale delle obbligazioni stabilite nel presente Bando e/o di qualsiasi clausola dell'accordo che verrà sottoscritto tra il CSC e autori/tutor determinerà la totale restituzione delle risorse erogate.

 

Art. 7. ESCLUSIONI

7.1 Le domande di partecipazione verranno escluse nei seguenti casi:

·         se risultano inoltrate oltre il termine di presentazione previsto;

·         se sono prive di sottoscrizione;

·         se sono prive dei requisiti previsti dal presente Bando;

·         se sono presentate in maniera tale da non garantire, in qualsiasi modo, l'anonimato nella valutazione del progetto;

·         se i contenuti delle opere presentate si riveleranno contrari alle leggi o all'ordine pubblico.

 

Art. 8. CONTROVERSIE

8.1) Tutte le controversie che dovessero insorgere al riguardo saranno deferite alla competenza esclusiva del Foro di Roma.

 

Roma, 18 gennaio 2018