• Home
  • Scarica la nuova APP BiblioChiarini: è disponibile la versione 4.0 sugli Store Android e IOS

Scarica la nuova APP BiblioChiarini: è disponibile la versione 4.0 sugli Store Android e IOS

Scarica la nuova app "BiblioChiarini" da Itunes e Google Play per navigare nel catalogo di una delle biblioteche di cinema più rilevanti al mondo.

La Biblioteca "Luigi Chiarini"

Il catalogo della Biblioteca "Luigi Chiarini" - centro di documentazione sul cinema tra i più rilevanti del mondo, con un patrimonio di carattere bibliografico ed archivistico di oltre 113.000 documenti - è da diversi anni consultabile anche tramite smartphone e tablet grazie all'APP BiblioChiarini.

L'APP, ora completamente rinnovata nella grafica e nelle funzionalità, ti consente di:
- ricercare nel catalogo 
- verificare la disponibilità di un documento
- accedere al tuo spazio personale 
- prenotare o richiedere un prestito
- tenere sotto controllo la tua situazione lettore
- consultare l'elenco dei prestiti effettuati
- creare o aggiornare le tue bibliografie
- suggerire acquisti
- avere informazioni su orari e servizi 
 
 
Guarda il video promozionale dell'APP BiblioChiarini https://www.youtube.com/watch?v=F_-JmPFm5Kk interpretato da Nicola Nocella
 
Il video, dal titolo "Profondo sospiro dell'uccello dalle piume di velluto grigio", della durata di 4 min., è stato realizzato nei locali della Biblioteca "Luigi Chiarini" coinvolgendo personale, studenti e docenti del Centro Sperimentale di Cinematografia. Sono ex allievi Fabio Rosi (soggetto e regia), Nicola Nocella (protagonista), il produttore Gianluca Arcopinto (bibliotecario). Le luci, le riprese e il montaggio sono di Renato Pezzella, docente del CSC.
 
Il protagonista, Frank Nocella, arriva in Biblioteca dopo aver prenotato, tramite l'App BiblioChiarini, un volume sui film di Dario Argento. Attraverso il libro, e il suo smartphone, Frank  entra magicamente in comunicazione con i protagonisti, proprio nei momenti filmici in cui sta per essere commesso un delitto. Dopo diverse telefonate, in un clima di grande suspense e tensione, riuscirà finalmente a salvare un personaggio. Nella clip sono riconoscibili le musiche dei Goblin di Profondo rosso e le luci utilizzate si ispirano al lavoro di Luciano Tovoli in Suspiria. In una scena il protagonista resta rapito dall'immagine di Alida Valli (richiamo al film Suspiria, del quale l'attrice è stata interprete) affissa sulle scale della Biblioteca. I film citati nella clip sono: Profondo rosso, Suspiria, Quattro mosche di velluto grigio, L'uccello dalle piume di cristallo. Nei titoli di coda un ringraziamento particolare al Maestro Dario Argento.