Il 21 giugno al cinema Trevi, "Adriana Berselli. L’avventura del costume". Con questo evento si conclude la stagione. Vi aspettiamo a settembre!

 

La Cineteca Nazionale rende omaggio alla costumista Adriana Berselli, ex allieva CSC.L’occasione è l'uscita del volume "Adriana Berselli. L’avventura del costume. Cinema, teatro, televisione, moda, design" curato da Vittoria Caratozzolo e Silvia Tarquini

La Cineteca Nazionale rende omaggio alla costumista Adriana Berselli, ex allieva del Centro Sperimentale di Cinematografia. L'occasione è data dall'uscita del volume Adriana Berselli. L'avventura del costume. Cinema, teatro, televisione, moda, design (Artdigiland, 2016), a cura di Vittoria Caterina Caratozzolo e Silvia Tarquini, libro intervista che ripercorre la straordinaria e multiforme carriera di questa apprezzata designer. Dopo l'esordio, giovanissima, con Pabst, negli anni Cinquanta è al fianco di Blasetti, Risi, Comencini, Vasile, Petroni e Camerini in numerosi film che ritraggono l'evoluzione della società italiana del boom economico. Antonioni le affida i costumi per L'avventura, delicatissimo, trasparente, capolavoro di analisi sociologica e antropologica. Negli anni Sessanta rappresenta la rivoluzione sessantottina e l'affermarsi nel costume di nuove tecniche, nuovi tessuti, nuove forme, prima tra tutte quella della minigonna. Negli anni Settanta - ricordiamo, tra le altre, la collaborazione con Polanski per What? -, racconta, sottotraccia, attraverso sovrapposizioni di stili e generi, le intemperanze e le frustrazioni di un decennio carico di fallimenti ideologici e politici. Ma il talento di Adriana Berselli non si limita al cinema. A fine anni Settanta ha interrotto per circa un decennio il suo lavoro cinematografico per seguire il marito in Venezuela, paese in cui ha ottenuto premi e riconoscimenti nei campi del teatro e della moda, e ha tenuto corsi sul costume in accademie, circoli culturali, università e in programmi televisivi. Tornata poi in Italia e al cinema e alla televisione, ancora oggi esprime il suo talento disegnando "personaggi di strada".
 
ore 17.00 Mogli pericolose di Luigi Comencini (1958, 104')
Quattro coppie di amici, quattro modi diversi di vivere il matrimonio. Cosa succede quando la più procace delle amiche prova a sedurre il marito fedelissimo della più giovane delle quattro? «Commediola di costume diretta con garbo, con qualche interessante notazione sociologica, specie sul fascino nascente della televisione» (Mereghetti). Con Nino Taranto, Franco Fabrizi, Marco Carotenuto, Renato Salvatori, Sylva Koscina, Dorian Gray, Giorgia Moll.
 
ore 19.00 Incontro moderato da Steve Della Casa con Adriana BerselliVittoria Caterina CaratozzoloSilvia Tarquini
Nel corso dell'incontro sarà presentato il libro a cura di Vittoria Caterina Caratozzolo e Silvia Tarquini Adriana Berselli. L'avventura del costume. Cinema, teatro, televisione, moda, design (Artdigiland, 2016)
 
a seguire L'avventura di Michelangelo Antonioni (1960, 138')
Durante una crociera in Sicilia, una donna scompare misteriosamente. Il fidanzato e l'amica la cercano, sempre meno disperatamente… «Ci sono dei film gradevoli e dei film amari, dei film leggeri e dei film dolorosi. L'avventura è un film amaro, spesso doloroso. Il dolore dei sentimenti che finiscono o dei quali si intravvede la fine nel momento stesso in cui nascono. Tutto questo raccontato con un linguaggio che ho cercato di mantenere spoglio di effetti» (Antonioni). Con Monica Vitti, Gabriele Ferzetti, Lea Massari.