Calendario

  • Home
  • Incontro con Massimiliano Verdesca e Sandra Milo

Incontro con Massimiliano Verdesca e Sandra Milo

Presentati dal Road to Ruins Film Festival il regista e l'attrice di "W Zappatero". Alle 21.00 il film e a seguire l'incontro.

03.02.2012
Il regista Massimiliano Verdesca
W Zappatore è la promettente opera prima di Massimiliano Verdesca, premiato come miglior film narrativo e come migliore protagonista femminile (Sandra Milo) al Brooklyn Film Festival 2011. Verdesca dà vita ad un'opera che fonde l'immaginario più cupo del rock, suoni estremi e satanismo, con un'estetica "salentina" stilizzata e totalizzante. Silenzi irreali e trovate esilaranti supportate da un cast di attori straordinari riportano al miglior cinema di Kaurismaki, dando vita a un'opera d'autore di rara bellezza e coraggio…
Per chi volesse saperne di più sul film: www.wzappatore.com
 
ore 21.00
W Zappatore (2011)
Regia: Massimiliano Verdesca; soggetto: M. Verdesca; sceneggiatura: M. Verdesca, Emiliano Ereddia; scenografia: Alessio Baskakis; costumi: Susan Boffi, Alessandra Impalli; musica: Marcello Zappatore; montaggio: Claudio Bonafede; interpreti: M. Zappatore, Sandra Milo, Guia Jelo, Monica Nappo, Ilario Suppressa, Raffaele Maisto; origine: Italia; produzione: Apnea Film, Rock'n'Dog; durata: 85'
Marcello Zappatore è un ragazzo di 33 anni che, per guadagnarsi da vivere, suona la chi­tarra elettrica in una band metal satanista fa­mosa nella provincia di Lecce. La vita di Mar­cello è presto sconvolta da uno straordinario evento: un fastidioso prurito al costato si rivela, in seguito, essere una stigmate. Dono divino o necessità di cambiamento? Questo Marcello non lo sa, ma la stigmate gli procura non pochi problemi. In breve tempo, a causa della sua involontaria vicinanza a Dio, Marcello perde la ragazza e la casa in cui convivevano. Inol­tre, cacciato dalla sua band che rifiuta un chi­tarrista "stigmatizzato", perde anche il lavoro. Si ritrova così a dover affrontare un viaggio tutto personale attraverso due mondi apparen­temente incompatibili: quello di Dio e quello del rock'n'roll.
 
a seguire
Incontrocon Massimiliano Verdesca e Sandra Milo