Film/Notfilm

 

 08.05.2018

Al cinema Trevi l'accostamento tra Film di Beckett e Not Film di Ross Lipman (2015).

 
 
«Una cella.
Non c'è niente in questo posto,
in questa stanza…
che non sia messo lì per intrappolarlo».
Samuel Beckett
 
«L'accoppiata Film, il mediometraggio cult del 1964 sceneggiato da Samuel Beckett e interpretato da Buster Keaton con la regia di Alan Schneider, e Notfilm, il documentario cine-saggio del filmmaker e restauratore americano Ross Lipman che ha riportato alla luce materiali d'archivio straordinari e interviste inedite a critici, attori e cineasti, è diventata negli ultimi anni un must della cine­filia internazionale per il congiunto e integrato omaggio a due artisti come Beckett e Keaton con una programmazione straordinaria in tutto il mondo grazie alla Milestone Films, casa di distribuzione specializzata nel recupero di classici e documentari. Ora sta circolando in Italia grazie alla Reading Bloom, […] che proprio con la Milestone ha avviato una collaborazione avendo scelto con intelligenza di ritagliarsi nella miriade di piccole distribuzioni che nascono in Italia uno spazio di promozione di documentari, ­film d'autore e opere sperimentali di particolare interesse artistico e culturale» (Alberto Castellano).
 
ore 18.00 Notfilm di Ross Lipman (2015, 128')
Cinquant'anni dopo il memorabile debutto alla Mostra del Cinema di Venezia di Film, Ross Lipman ne ripercorre la travagliata vicenda produttiva in Notfilm, un "cine-saggio" che riporta alla luce materiali d'archivio straordinari (registrazioni audio, scene tagliate, fotogra­fie, appunti, lettere) mostrando interviste inedite a critici, attori, editori e cineasti (tra cui Haskell Wexler, Kevin Brownlow, James Karen, Barney Rosset, Steve Schapiro, Jeannette Seaver, James Knowlson e Billie Whitelaw). Prodotto da Dennis Doros e Amy Heller della Milestone Films, Notfilm ci conduce dietro le quinte di Film e in una suggestiva esplorazione del cinema muto e sperimentale - da Charlie Chaplin a Buster Keaton, a Luis Buñuel, Dziga Vertov e Jean Vigo - sulle note del compositore ungherese Mihály Víg, stretto collaboratore del regista Béla Tarr. Notfilm è un omaggio a due eccezionali artisti del Novecento, Beckett e Keaton, ma è anche al contempo uno dei più appassionati tributi all'histoire(s) du cinéma.
 
a seguire Film di Alan Schneider (1965, 22')
Film è essenzialmente una parodia dei film d'inseguimento: un Oggetto (O/Object) tenta disperatamente di sfuggire allo «sguardo indagatore» di un Occhio (Eye/E) che lo insegue e a «ogni percezione estranea, animale, umana, divina». Ma alla ­fine «il tentativo di non essere si vani­fica di fronte all'ineluttabilità della percezione di sé», scrive Beckett nella sceneggiatura. La macchina da presa insegue l'immagine e scopre l'orrore esistenziale annidato nell'apparato stesso del cinema. Oggetto e Occhio sono interpretati da Buster Keaton, che fu ingaggiato da Beckett e dal regista Alan Schneider dopo i ri­fiuti di Charlie Chaplin, Zero Mostel e Jack MacGowran. Le componenti archetipiche di Film sono ulteriormente accentuate dalla splendida fotogra­fia di Boris Kaufman, fratello di Dziga Vertov e Mikhail Kaufman, creatori del capolavoro autoriflessivo L'uomo con la macchina da presa. Film torna nelle sale cinematogra­fiche in una splendida versione restaurata e rimasterizzata in 4k, a cura di Ross Lipman, in collaborazione con la UCLA Film & Television Archive e il British Film Institute. Il restauro è stato ­finanziato dal programma Avant-Garde Masters della Film Foundation attraverso la National Film Preservation Foundation.
 
a seguireIncontro moderato da Daniela Currò con Ross Lipman