Il Centro Sperimentale di Cinematografia è tra i più importanti editori italiani specializzati in pubblicazioni sul cinema. Le prime attività editoriali risalgono al 1937, anno di fondazione della prestigiosa rivista di studi cinematografici «Bianco e Nero». Dal 31 gennaio 1937, data di uscita del primo numero, a oggi la rivista è stata pubblicata quasi ininterrottamente, e ha mantenuto intatta una sua rigorosa linea storiografica e teorica. Tra le altre pubblicazioni si ricorda la prestigiosa Storia del cinema italiano, in coedizione con Marsilio Editori.

"Robinet aviatore", Luigi Maggi, 1911

Uscito il volume della Storia del cinema italiano 1895/1911

Il volume è curato da Aldo Bernardini con la collaborazione di Adriano Aprà e coinvolge i maggiori storici del cinema italiani.

Paolo Virzì sul set al Centro Sperimentale di Cinematografia

Un volume sulla storia del Centro Sperimentale

Lo storico del cinema Alfredo Baldi racconta la scuola italiana di cinema dalla sua istituzione nel 1930 al 2017.

Particolare della copertina del numero 590 di Bianco e nero

«Bianco e nero» su Andrea Camilleri e la storia del CSC di Alfredo Baldi

Il 10 aprile presentazione alla presenza di Andrea Camilleri, Marco Bellocchio, Giancarlo Giannini, Carlo Verdone, Alfredo Baldi, Pif e Felice Laudadio

Particolare della copertina del volume "Guardie e ladri", a cura di Alòberto Anile

Presentato al cinema Trevi il volume "Guardie e ladri"

"Guardie e ladri" è il nuovo numero della collana della Cineteca Nazionale, curato da Alberto Anile.

La copertina del numero 588-589 di«Bianco e Nero» dedicato a Mario Verdone

Il numero 588-589 di "Bianco e Nero" è dedicato a Mario Verdone

Documentarista, critico, organizzatore, Verdone ha dato un apporto decisivo all'istituzionalizzazione degli studi sul cinema.

Mario Verdone con i figli Luca e Carlo

La corrispondenza di Mario Verdone, digitalizzata, è consultabile presso la Biblioteca “Luigi Chiarini” del Centro Sperimentale di Cinematografia

In occasione del centenario della nascita di Mario Verdone, i figli hanno affidato al CSC il corposo epistolario paterno.