Fondo Vides cinematografica di Franco Cristaldi

 

La rassegna stampa della compagnia di produzione Vides cinematografica di Franco Cristaldi si compone di n. 248 volumi, relativi agli anni 1950-1975. I volumi raccolgono le recensioni, le notizie e le curiosità pubblicate sulla stampa di sessantadue film, di Cristaldi e della compagnia stessa, nonché di undici attori scritturati dalla Vides, tra cui Rosanna Schiaffino, Tomas Milian, Giuliano Gemma, Stefania Sandrelli e Claudia Cardinale. 

Franco Cristaldi (1924-1992) - Produttore e sceneggiatore cinematografico. Nel 1946 fonda la Vides con sede a Torino. Nel 1953 produce il suo primo lungometraggio, "La pattuglia sperduta" di P. Nelli. A metà degli anni '50, trasferita la Vides a Roma, punta a un cinema d'autore e realizza film innovativi, come "Un eroe dei nostri tempi" e "I soliti ignoti" di Mario Monicelli, "Le notti bianche" di Luchino Visconti, "La sfida" e "I magliari" di Francesco Rosi, "L'uomo di paglia" di Pietro Germi, "Audace colpo dei soliti ignoti" di Nanni Loy. Negli anni '60 e '70 la Vides consolida le proprie strutture e continua a produrre film altrettanto memorabili: "I delfini" e "Gli indifferenti" di Francesco Maselli, "Kapò" di Gillo Pontecorvo, "L'assassino" di Elio Petri, "Divorzio all'italiana" e "Sedotta e abbandonata" di Pietro Germi, "Fantasmi a Roma" di Antonio Pietrangeli, "Un giorno da leoni" di Nanni Loy, "Giorno per giorno disperatamente" di Alfredo Giannetti, "Salvatore Giuliano" e "Il caso Mattei" di Francesco Rosi, "Arrivano i titani" di Duccio Tessari, "I compagni" di Mario Monicelli, "Mare matto" di Renato Castellani, "Omicron" di Ugo Gregoretti, "La ragazza di Bube" di Luigi Comencini, "Vaghe stelle dell'Orsa" di Luchino Visconti, "Viva Maria!" di Louis Malle, "La Cina è vicina" e "Nel nome del padre" di Marco Bellocchio, "Colpo di stato" di Luciano Salce, "Di che segno sei?" di Sergio Corbucci, "La tenda rossa"  di Michail K. Kalatozov, "Satyricon" e "Amarcord" di Federico Fellini. Nel 1990 vince il premio Oscar per il miglior film straniero con "Nuovo cinema Paradiso" di Giuseppe Tornatore.