Fondo Gian Luigi Rondi

 

Il fondo è costituito dalla corrispondenza, donata da Rondi nel 2014 e successivamente integrata, che copre un arco di tempo che va dal 1946 al 2016; la corrispondenza è ordinata alfabeticamente e cronologicamente per mittente e suddivisa in cinque cartelle contenenti 315 fascicoli, ognuno dei quali afferente a un mittente. Ogni cartella è accompagnata da un inventario di corredo, in cui viene indicato il mittente, l'oggetto, la data, il luogo, la tipologia, la lingua, il numero di carte, le note e gli eventuali allegati. Si tratta di circa 1180 tra lettere, biglietti, cartoline, telegrammi e altri documenti, interamente digitalizzati, che rivela attraverso le parole dei protagonisti aspetti inediti del cinema italiano dal dopoguerra ai giorni nostri.

Gian Luigi Rondi (1921-2016) - Giornalista, critico cinematografico e operatore culturale. Ha presieduto la Biennale di Venezia, ha diretto la Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica sempre a Venezia, ha fondato gli Incontri internazionali del cinema a Sorrento, il Festival delle nazioni a Taormina, il Festival dei cinque continenti a Ischia, è stato tra i fondatori di Spoleto cinema con Massimo Bogianckino, Suso Cecchi D'Amico, Federico Fellini, Loreto Luchetti, Gian Carlo Menotti, Luchino Visconti, Franco Zeffirelli. E' stato Segretario per le comunicazioni del Sovrano Militare Ordine di Malta, Commissario straordinario della SIAE, Presidente del Festival di Roma. Attualmente è Presidente dell'Accademia del cinema italiano Premi David di Donatello, Fondatore e Presidente dei Premi Vittorio De Sica per il cinema e le altre arti. Autore di numerose pubblicazioni sul cinema tra cui Cinema italiano oggi (1950), Neorealismo italiano (1951), Il cinema dei maestri (1981). Ha anche diretto molti documentari tra cui uno, "Van Gogh", premiato con il Leone di Bronzo alla Mostra di Venezia. Fra gli altri premi, il Saint Vincent per il giornalismo, la Medaglia dei Benemeriti della cultura e dell'arte, la Stella al merito del lavoro.