La Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, presieduta dal Dott. Stefano Rulli, è articolata in due distinti settori: la Cineteca Nazionale, uno dei più importanti archivi cinematografici del mondo, e la Scuola Nazionale di Cinema, impegnata da ottant'anni nella formazione d'eccellenza per le professioni del cinema.

IN PRIMO PIANO

Sara' la versione italiana dell'Otello di Orson Welles, restaurata dalla Cineteca Nazionale, il film di pre-apertura della 72. Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. La CN presenterà inoltre altri tre restauri
Nel 1951 Welles ritiro' all'ultimo momento il film dal concorso veneziano. Oggi quella versione italiana dell'Otello torna, restaurata, a Venezia per il centenario di Welles. Oltre all' "Otello" la Cineteca Nazionale presenta a Venezia i restauri di "La lupa" di Lattuada, "Vogliamo i colonnelli" di Monicelli e, in collaborazione con la Cineteca di Bologna, "Salò o le 120 giornate di Sodoma" di Pasolini.
La Scuola Nazionale di Cinema a Venezia con il film d'esordio dell'ex allievo CSC Piero Messina e un filmato di Gianni Amelio e i suoi allievi sul Centro Sperimentale di Cinematografia
"L'attesa", scritto con gli altri ex allievi CSC Giacomo Bendotti, Ilaria Macchia e Andrea Paolo Massara, è intrerpretato da Juliette Binoche e Lou de Laâge. Il filmato "al Centro del cinema"sarà presentato il 6 settembre, alle 22 per Il Cinema nel Giardino, preceduto da un incontro con gli autori.
La programmazione di settembre al cinema Trevi
Questo mese, "Italian Fever", Classici restaurati, Jean Renoir, Blake Edwards, Barbara Steele, Ugo Gregoretti, Anteprima I mille occhi, "Tessuti urbani", cinema muto con accompagnamento musicale dal vivo, il cinema enogastronomico, retrospettiva Jean Sorel, effetti speciali, Art/Trevi, ricordo di Sergio Sollima.
Sarà presentato l'8 settembre presso l'Hotel Excelsior, nello spazio dell'Ente dello Spettacolo, il nuovo numero di "Bianco e Nero", trimestrale del Centro Sperimentale di Cinematografia
Dedicato ad una riflessione sul divismo oggi, il numero 581 sarà presentato da Alberto Crespi e Gabriele Antinolfi, con vari ospiti a sorpresa. Pubblichiamo qui l'editoriale del direttore Alberto Crespi.
La Biblioteca “Luigi Chiarini” è lieta di comunicare la recente acquisizione del Fondo Carlo Lizzani
Sceneggiature, dattiloscritti, corrispondenza, rassegna stampa e della biblioteca personale dell’insigne regista e studioso.